Recensioni

Ufo Robot Goldrake contro il Grande Mazinga, scontro tra titani


Visto con Riccardo, 8 anni

Ufo Robot Goldrake contro il Grande Mazinga, scontro tra titani

L'Alabarda Spaziale incrocia la Spada Diabolica in una battaglia epocale che segna il punto di non ritorno per l'animazione robotica nagaiana degli anni '70.

di Demis Biscaro 4/12/2014

4

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2014/12/ufo-robot-goldrake-contro-il-grande-mazinga-alabarda-spaziale-e-spada-diabolica.jpg

Esasperato dai ripetuti insuccessi di Hydargos e Gandal, re Vega incarica il comandante Barendos di guidare il prossimo attacco alla Terra. Approfittando dell’assenza di Actarus dal laboratorio del dottor Procton, Barendos riesce a catturare Alcor e il suo TFO, e a venire a conoscenza dell’esistenza dei due Mazinga, ora messi a riposo nel museo della Pace. Impadronitosi dunque del Grande Mazinga, il luogotenente veghiano affronterà Goldrake ai comandi del più potente robot mai creato dall’uomo in uno scontro epocale.
Il diretto confronto sul campo di battaglia fra due dei più iconici robot della scuderia di Go Nagai è indubbiamente uno spettacolo indimenticabile anche se vedere l’Alabarda Spaziale che incrocia la Spada Diabolica restituisce la sensazione di assistere al culmine di un certo tipo di animazione e nello stesso tempo di aver toccato con mano il suo limite intrinseco. Dopo lo scontro tra Goldrake e il Grande Mazinga, qualsiasi altra battaglia condotta a suon di Lame Rotanti e Raggi Gamma non potrà più suscitare lo stesso interesse, il clangore del metallo che si contrae come muscolo cibernetico compresso nello spasimo dello sforzo bellico avrà perso parte del suo fascino, perché nessun mostro nemico potrà mai costituire un avversario altrettanto valido dei due robottoni, nessun minaccia sarà altrettanto drammatica se non altro per l’implicito assunto noto a qualsiasi bambino che “i robot cattivi sono sempre più scarsi di quelli buoni”.
Go Nagai ha ben presente questo spiacevole effetto collaterale e infatti introduce durante il combattimento dei fattori di disturbo (l’intervento di alcuni classici mostri-disco veghiani, la narrazione parallela delle vicende di Alcor all’interno dell’astronave nemica) per prolungare lo scontro riducendo però al minimo le scene di confronto diretto tra i due giganti d’acciaio. In altre parole: il combattimento c’è ma non si vede, o meglio viene mostrato solo quel minimo indispensabile utile a evocare nello spettatore il senso di epicità dell’evento senza però logorare eccessivamente l’immagine dei due robot. Non a caso il vero protagonista del film è Alcor (alias Ryo alias Koji Kabuto), trait d’union della saga classica dei Mazinga, mentre non c’è traccia di nessuno degli altri personaggi che orbitano attorno al Grande Mazinga, neppure di Tetsuya, proprio per conservarne un’immagine il più possibile integra.
L’animazione e la regia sono al loro meglio e se qualche soluzione di sceneggiatura suona un po’ frettolosa o banale, come l’abbandono del Grande Mazinga da parte di Barendos o la fuga di Alcor dall’astronave nemica, ciò non compromette il grado di convolgimento emotivo che rimane sempre su ottimi livelli.
Di tutti i mediometraggi trasmessi durante le notti dei Super Robot, questo è stato uno dei preferiti di mio figlio, che lo ha seguito con un’attenzione speciale, alimentata dall’istintiva curiosità di vedere chi tra i due robottoni la spuntava, chi era il più forte insomma. Il sostanziale pareggio finale (piuttosto prevedibile per uno spettatore appena più grandicello) l’ha lasciato comunque soddisfatto, anche se è rimasto sorpreso dal fatto che Barendos e Alcor sapessero pilotare così bene un robot su cui non erano mai saliti. Un particolare che ci ha colpiti entrambi è che in uno dei flashback di Alcor si vede Mazinga Z che lancia una delle sue piastre pettorali contro un mostro meccanico come se fosse un boomerang, fatto questo assolutamente inedito nell’anime. Ma in fondo non c’è da crucciarsi troppo: si sa che i robottoni sono soliti sconfiggere la logica a colpi di Magli Perforanti, quel che conta davvero è continuare a tener viva la memora di questi straordinari titani di metallo.

Vai alla scheda Cinema

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .
  1. tugurio77

    Ah! allora non sono stato l’unico a notare il lancio della lastra pettorale di mazinga Z!!!!!
    Anche i miei due bimbi hanno gradito molto Mazinga Vs Goldrake anche se una battaglia “epica” come quella contro il Dragosauro è difficile da eguagliare!

  2. MCMXC

    Per me la vera delusione di questo film è la trovata di “bloccare temporaneamente le funzioni del Grande Mazinga” colpendolo alla connessione delle ali… seguendo questo paradigma, avrebbe dovuto ricevere danni ben più grandi nella serie TV, nell’episodio dove affronta il Generale Nero dato che il Mostro Guerriero Danzania, usando il grosso missile che ha sulla testa, l’aggancio delle ali lo polverizza direttamente!!!

    1. Demis Biscaro

      Sì, quello è uno dei punti deboli della sceneggiatura (nella recensione infatti mi riferisco al frettoloso abbandono del Grande Mazinga da parte di Barendos), però riconosco che non era facile trovare una via per far terminare lo scontro con un “pareggio”.

Inserisci un Commento

UFO Robot Goldrake contro Il Grande Mazinga

7+

3

3

1

2

3