Recensioni

Pirati dei Caraibi 5, che grande questa vendetta di Salazar!


Visto con Alex, 8 anni, Giorgio, 6 anni

Pirati dei Caraibi 5, che grande questa vendetta di Salazar!

Navi fantasmi, pirati zombi e l'immancabile umorismo di Jack Sparrow: gli ingredienti che hanno fatto grande la saga di Pirati dei Caraibi ci sono tutti

di Karin Ebnet 22/05/2017

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2017/05/pirati-dei-caraibi-la-vendetta-di-salazar-recensione.jpg

Arrivati al quinto capitolo della saga, il simpatico pirata a cui non manca mai una bottiglia di rum in mano dovrà affrontare un nuovo temibile nemico: Salazar, il capitano della Silent Mary bloccato con il suo equipaggio fantasma del Triangolo del Diavolo e in attesa del momento giusto per attuare la sua vendetta su colui che lo ha imprigionato. Al fianco di Jack Sparrow il giovane Henry Turner, figlio di Will ed Elizabeth Swann, e la bella astrologa Carina Smyth, alleati per trovare il leggendario tridente di Poseidone, unico artefatto al mondo capace di spezzare tutte le maledizioni e quindi di liberare Will Turner da quella che lo lega all’Olandese Volante.

Dopo tre sequel discutibili, con questa nuova avventura si torna ai fasti del primo Pirati dei Caraibi. Quello che ha presentato Jack Sparrow, ha fatto innamorare il pubblico del personaggio creato magistralmente da Johnny Depp e ha dato il via alla fortunata saga ispirata a una delle attrazioni più amate dei parchi Disney.

pirati-dei-caraibi-la-vendetta-di-salazar-recensione-04

Non senza pregi e difetti... Se da un punto di vista della messa in scena il film diretto dai registi di origine norvegese Joachim Rønning ed Espen Sandberg (Bandidas, Kon-Tiki) è ricco di spettacolari scene d’azione – su tutte quelle spassose della rapina in banca e della condanna a morte di Sparrow – dall’altra pecca di vanità mostrando troppi dettagli non necessari che allungano la visione a dismisura e mettono a dura prova l’attenzione degli spettatori.

pirati-dei-caraibi-la-vendetta-di-salazar-recensione-02

Il film ha tutto quello che ci si può aspettare da un nuovo capitolo delle avventure di Jack Sparrow: fantasmi, uccisioni a fil di spada, squali zombie e battute a doppio senso. Questo non impedisce la visione ai bambini in età scolastica purché non troppo sensibili e già affini al linguaggio di Pirati dei Caraibi. Alex, che già conosceva il franchise anche se non abbiamo visto tutti i film, era preparato a quello che lo attendeva e non vedeva l’ora di scoprire i nuovi nemici fantasmi. Giorgio, che a scuola andrà soltanto a settembre, si è invece un po’ spaventato alla scena con gli squali e ha voluto venire in braccio per una rassicurazione.

pirati-dei-caraibi-la-vendetta-di-salazar-recensione-03

Necessaria anche perché a parte a Jack Sparrow (Johnny Depp), gli altri protagonisti non sono volti conosciuti e riconoscibili. Vero, ritorna il capitano Barbossa (Geoffrey Rush), ma più che altro per farsi tormentare da Salazar (Javier Bardem), mentre a Will (Orlando Bloom) ed Elizabeth Swann (Keira Knightley) è stato riservato uno striminzito cameo. Questa volta la storia ruota attorno a Henry e a Carina, la nuova generazione di pirati a cui verrà sicuramente affidata l’eredità del franchise, anche se purtroppo non hanno lo stesso carisma dei loro predecessori.

pirati-dei-caraibi-la-vendetta-di-salazar-recensione-01

Presente anche un simpatico cameo di Paul McCartney nei panni dello zio di Sparrow, che elargisce utili consigli al nipote in procinto di venire decapitato, e un giovanissimo pirata Jack, interpretato con cura e attenzione da Anthony De La Torre, visto finora soltanto in due puntate della serie tv 100 cose da fare prima del liceo.

pirati-dei-caraibi-la-vendetta-di-salazar-recensione-05

Attenzione al finale. Le luci della sala cinematografica non si accenderanno durante i titoli di coda perché ad attendere gli spettatori più pazienti ci sarà una scena finale che già rimanda a un Pirati dei Caraibi 6 e anticipa il ritorno di un personaggio conosciuto…

Vai alla scheda Cinema

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento