Recensioni

Pippi, amica di tutti


Visto con Alex, 3 anni

Pippi, amica di tutti

È forte, coraggiosa e indipendente. Un'amica che aiuta a diventare grandi col sorriso

di Karin Ebnet 10/11/2012

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2012/11/pippi-calzelunghe-grande-OK.jpg

Me la ricordavo dalla mia infanzia: capelli rossi (come me), lentiggini ( come me), vivace e birchina (lo ammetto, come me) e indomita e coraggiosa (come avrei voluto essere). Cosí quando Alex ha guardato per la prima volta Pippi calzelunghe ero davvero emozionata. Temevo un po’ che gli risultasse “datata” e che non riuscisse a trasmettere anche alla sua generazione le stesse emozioni che aveva generato nella mia. Anche perché gli effetti speciali sentono un po’ il peso del tempo e alcune ingenuità registiche non sono più così facilmente perdonabili dai ragazzi di oggi.

Non mi sarei potuta sbagliare di piú. Le avventure di questa bambina solitaria, insieme felice e malinconica, lo hanno affascinato immediatamente, costringendomi a recuperare tutta la serie che si è divorato nell’arco di una settimana. Pippi gioca tutto il giorno ma si occupa anche della casa (pulisce i pavimenti, mette in ordine) e dei suoi amici animali (il cavallo zietto e la scimmia signor Nilson), canta spensierata, è affidabile, ma soprattutto non si lascia scoraggiare dalle avversità (il fatto di aver perso la madre, la lontananza del padre). Riesce a superare ogni difficoltà con un sorriso, come quando mette in fuga i ladri, ed è la bambina più forte del mondo. Letteralmente. Insomma, un’amica ideale che accompagna Alex regolarmente nella sua crescita (mi chiede spesso di riguardarla) e che lo aiuta a comprendere il valore del coraggio e dell’indipendenza.

Due valori difficili da spiegare e da comprendere ma che Pippi riesce a instillare gradatamente, puntata dopo puntata, grazie ai suoi due amici Tommy e Annika che fanno da tramite. Loro infatti sono due bimbi normali, vivono con mamma e papà, vanno a scuola, seguono degli orari regolari e all’inizio sono un po’ timorosi di questa bimba che si autogestisce. Ma pian piano, avventura dopo avventura, come fanno i piccoli telespettatori, imparano da lei a staccarsi dalla famiglia e ad affrontare le loro paure. Non per niente a volte Alex, dopo aver superato una difficoltà o un traguardo, mi dice «anche Pippi avrebbe fatto così».

Ovviamente ho dovuto anche imparare a memoria la sigla, canzoncina orecchiabile che cantiamo insieme quando passeggiamo (e un momento magico) e che persino il mio piu piccolo, Giorgio di 19 mesi, ha adottato: è l’unica ninna nanna che vuole sentire prima di dormire.

E Non vi nascondo che il fatto che Alex veda in Pippi me da giovane mi rende non poco orgogliosa.

 

Vai alla scheda Serie TV

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento