Recensioni

Max Steel, vai col turbo!


Visto con Alex, 4 anni

Max Steel, vai col turbo!

Un po' Ben 10 e un po' Transformers, Max Steel è una serie che riesce a unire perfettamente la spettacolarità dell'azione alla leggerezza dell'humor

di Karin Ebnet 22/05/2013

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2013/05/max_steel_10.jpg

Max Steel, la nuova serie “aliena” di Cartoon Network, non brilla di originalità ma la sua luce è comunque ipnotizzante.
Max è un adolescente come tanti, che vorrebbe vivere stabilmente in un posto invece di continuare a cambiare città e scuola seguendo la madre che per lavoro è costretta a trasferirsi spesso. Orfano di padre, gli manca una vera guida. Potrebbe essere lo zio, ma anche lui non è stato molto presente. Mai come adesso, che è entrato stabilmente nell’adolescenza, Max sente la mancanza di un appoggio sicuro, ora che capisce che qualcosa sta cambiando in lui e si scopre dotato di una energia che non è capace di controllare. Almeno finché non incontra Steel, un alieno in grado di controllare quell’energia.
Usando come spunto di partenza la metafora dei cambiamenti ormonali a cui sono sottoposti gli adolescenti comuni, Max Steel è una serie che riesce a unire perfettamente la spettacolarità dell’azione – in ogni puntata ci sono mostri distruttivi contro i quali il nostro eroe si trova a combattere – alla leggerezza dell’humor, la violenza degli scontri viene mitigata dalle battute divertenti tra Max e Steel.
Pensata principalmente per un pubblico scolare, Max Steel conquista anche i più piccoli già avvezzi alle avventure aliene di Ben 10 proprio per queste caratteristiche, anche se la qualità della computer grafica non è eccellente – i movimenti degli umani per esempio sono poco naturali – e l’approfondimento psicologico dei personaggi è quasi zero. Ma può divertire anche un pubblico adulto, che può cercare di trovare le tantissime citazioni presenti  nella serie: da Ben 10 appunto (il supereroe in versione maxi in cui si tramuta grazie all’energia Turbo – anche qui in varie versioni) a Spider-Man (deve venire a patti con i cambiamenti del suo fisico), da X-Men (la camera in cui viene rinchiuso nella prima puntata sembra quella del professori Xavier) a Resident Evil (le persone che si tramutano in zombie), fino alla torre delle Trans Human Industries (THI) che sembra quella delle Stark Industries di Iron Man.
Alex, che a quattro anni ha scoperto da poco Ben 10 e i Transformers, è rimasto subito ipnotizzato anche da Max Steel e ha fatto suo il claim che il ragazzo usa per trasformarsi «Vai col turbo», una frase che secondo lui si adatta alla perfezione a un supereroe. D’altronde secondo Alex ogni eroe deve avere una frase ad effetto da pronunciare e lui ogni giorno ne propone una nuova per se stessolk (anche se non sono proprio molto efficaci). Proprio come i Transformers, anche Max Steel è ispirato a una serie di giocattoli che entreranno sicuramente nella prossima letterina di Babbo Natale, insieme all’Omnitrix e a Optimus Prime.

Vai alla scheda Serie TV

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento