Recensioni

LEGO Ninjago, l’avventura prende vita


Visto con Alex, 8 anni, Giorgio 6 anni

LEGO Ninjago, l’avventura prende vita

LEGO Ninjago abbatte la quarta parete per trasformare i bambini nei veri protagonisti del film, tra riuscite gag e divertenti citazioni

di Karin Ebnet 16/10/2017

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2017/10/LEGO-Ninjago-il-film-la-recensione.jpg

Con un’incipit in live actionche ricorda La storia infinita, film diretto nel 1984 da Wolfgang Petersen, ma che riporta anche alla memoria tanti film di Amblin Entertainment, lo spettatore viene catapultato nel mondo LEGO di Ninjago, città ultratecnologica difesa da 6 eroi ninja contraddistinti, come i Power Rangers, da differenti colori: bianco, blu, verde, rosso, nero e argento. Il loro compito è quello di impedire al malviagio Lord  Garmadon di impadronirsi della città. Missione che si rivelerà più complicata del previsto quando entreranno di mezzo rancori e sentimenti mai sopiti.

LEGO Ninjago curiosità sul film

LEGO Ninjago, come già i precedenti capitoli della saga a mattoncini The LEGO Movie e LEGO Batman, continua a esplorare i rapporti familiari e a vivisezionare in particolar modo quello paterno. Lloyd, giovane adolescente bullizzato a scuola perché figlio dichiarato di Lord Garmadon e per questo caricato delle colpe del padre, vive dentro di sé un enorme conflitto. Da una parte vorrebbe sconfiggere il padre e vendicarsi di tutti i torti subiti, dall’altra vorrebbe riuscire a ottenere dal genitore assente quelle attenzioni che gli sono sempre mancate. Sarà proprio cercando di conquistare l’amore paterno che Lloyd troverà se stesso e scoprirà quale tipo di persona vuole essere.

lego ninjago prima immagine tagliata

Per farlo dovrà prima di tutto però scoprire il significato del suo “potere”. Ogni ninja è contraddistinto, infatti, oltre che da colori differenti, anche dalla capacità di controllare elementi differenti: Nya è il ninja argento dell’acqua, Kai è il ninja rosso del fuoco, Jay il ninja blu della luce, Cole il ninja nero della terra e Zane il ninja bianco del ghiaccio. Lloyd invece è “soltanto” il ninja del verde. Un colore che però cela molto più di quanto possa apparire a uno sguardo superficiale.

lego-ninjago-il-film-32

Nonostante Phil Lord e Chris Miller abbiano conservato in questo film soltanto la veste di produttori, il tocco ironico che contraddistingue i prodotti a mattoncino e soprattutto questa nuova saga cinematografica non è andato perduto, anzi. Charlie Bean, già dietro alla regia di Tron Uprising, ha saputo farcire il film con numerose gag, parodie e citazioni rendendo il divertimento assicurato sia per grandi sia per bambini.

lego ninjago warner bros poster tagliato

Qui tra l’altro si fa un passo in più nel folle percorso compiuto dai prodotti di stampo LEGO. Gli elementi di vita vera, già introdotti nel precedente LEGO Movie e accennati anche in LEGO Batman, diventano qui parti integranti del racconto (vedi la geniale invenzione dell’“arma definitiva”) che aiutano ad abbattere la quarta parete portando lo spettatore direttamente sul piano di gioco. Ancora una volta sono i bambini i veri protagonisti del film, sono loro che con la loro fantasia creano le storie con mattoncini e minifigures. Noi ci limitiamo a godere della loro creatività.

lego-ninjago-ritorno-a-scuola-back-to-school-trailer-HP

Alex e Giorgio il mondo di LEGO Ninjago lo conoscono bene. Non solo perché proviene da una linea LEGO di grande successo (tanti i nuovi set usciti appositamente per il film) ma anche perché è fonte di una delle loro serie tv preferite.  Ritrovare i sei ninja, al comando di sei incredibili mecha – il dragone è decisamente uno dei più riusciti –, è stata per loro una vera festa per gli occhi. Non conoscendo ancora Jackie Chan, la sua apparizione in carne e ossa non ha suscitato grande meraviglia (apprezzata invece da mamme e papà), mentre sono letteralmente “impazziti” per il gatto, uno dei loro momenti preferiti di tutto il ilm. Il rapporto tra Lord Garmadon e il sedicenne Lloyd li ha invece fatti interrogare sulla difficoltà di avere un padre votato al lato “oscuro” e per loro è stato spontaneo ricollegare alcune scene all’accoppiata Darth Vader/Luke di Star Wars.

Vai alla scheda Cinema

© Riproduzione riservata


Inserisci un Commento