Recensioni

La Dottoressa Peluche: il cartone educativo che non ti aspetti


Visto con Emma, 2 anni e mezzo

La Dottoressa Peluche: il cartone educativo che non ti aspetti

Cosa insegna la piccola Dottie ai nostri bambini? Ecco perché far vedere le sue avventure ai vostri piccoli

di Simona Redana 25/10/2014

1

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2014/10/dottoressa-peluche.jpg

Mia figlia Emma ha sempre odiato la sua pediatra. Riconosce lo studio dall’esterno e comincia a urlare quando siamo ancora in strada. Se c’è una cosa che adora, però, è fingere di essere una dottoressa. Fin da piccolissima si destreggia abilmente tra siringone giocattolo e termometri, costringendo genitori, giocattoli e semplici passanti a sottoporsi alle sue torture visite.
Una come lei non poteva non rimanere entusiasta davanti a un cartone come La Dottoressa Peluche, in cui un’intelligente e fantasiosa bambina si prende cura dei suoi giocattoli sottoponendoli ad accurate visite e trovando sempre una soluzione ai loro problemi di “salute”.
La Dottoressa Peluche ha principalmente due scopi educativi: insegnare ai più piccoli a prendersi cura dei propri giocattoli non gettandoli via al primo problema e dando valore ad ognuno di loro (un insegnamento non banale in quest’era consumistica in cui i bambini ricevono regali e piccoli premi quasi quotidianamente e non riescono ad apprezzarne veramente nessuno), e aiutare i bimbi a superare una piccola grande paura, quella del dottore.
Quando infatti la Dottoressa Peluche, soprannominata Dottie, si appresta a visitare un giocattolo malato (leggi rotto), si trova spesso a dover rassicurare quest’ultimo, spaventato dagli strumenti della sua valigetta e impaurito all’idea di sentire dolore. Di solito Dottie, la pecorella Bianchina e gli altri amici giocattolo della bimba convincono il paziente a farsi visitare con un brano orecchiabile e allegro (“Diamo un’occhiata”) che forse qualche pediatra dovrebbe introdurre nel suo repertorio per convincere i piccoli pazienti più restii. La visite, ovviamente, si rivelano sempre indolori e innocue, spesso addirittura divertenti e piacevoli e sia Dottie che i suoi piccoli assistenti riescono a mettere a suo agio il giocattolo malato, ognuno a modo suo – molto tenero il personaggio di Bianchina, che distribuisce abbracci come fossero caramelle.
Il cartone, in generale, risulta oltre che educativo anche molto piacevole per i bambini: colori molto vivaci, musiche allegre – ogni puntata contiene almeno due brani cantati – battute divertenti, dialoghi chiari e adatti anche ai più piccoli e tanta allegria.
Da quando la piccola Emma ha incluso La Dottoressa Peluche tra i suoi cartoni “approvati” accanto a Masha e Orso e Monster&Co., devo sottopormi più spesso alle sue visite, con gran divertimento di entrambe, ovviamente. E per quanto riguarda i controlli dalla pediatra? Beh lì ancora non ci siamo, purtroppo. Ma in fondo parla una che quasi sviene davanti a un ago.

Vai alla scheda Serie TV

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento

Dottoressa Peluche

3+

O

O

O

O

1