Recensioni

Heidi, un capolavoro ritrovato – La recensione


Visto con

Heidi, un capolavoro ritrovato – La recensione

Heidi, lo storico personaggio nato dalla penna di Johanna Spyri, torna in un film fedelissimo al romanzo con un ottimo cast di attori

di Karin Ebnet 24/03/2016

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2016/10/heidi-la-recensione.jpg

Due anni dopo aver portato sul grande schemo Un fantasma per amico, tratto dal racconto per bambini di Otfried Preussler, il regista svizzero Alain Gsponier ci riprova con la trasposizione di un altro amatissimo romanzo. Heidi, scritta da Johanna Spyri nel 1880, è oggi una delle storie più amate dai più piccoli non solo per i numerosi adattamenti cinematografici, ma anche e soprattutto grazie alla serie Tv che ha appassionato intere generazioni realizzata da Isao Takahata in collaborazione con Hayao Miyazaki.

A soli cinque anni la piccola Heidi viene abbandonata dalla zia con la quale è cresciuta presso il nonno, che vive in un’isolata baita di montagna. La donna ha trovato un lavoro in città, a Francoforte, e proprio non può badare alla bambina. L’uomo, un burbero solitario, male accoglie l’intrusione, ma viene presto conquistato dalla dolcezza della piccola. Passati tre anni, durante i quali i due hanno imparato a conoscersi e a comprendersi, e Heidi ha vissuto libera e selvaggia tra la natura insieme al pastorello Peter, la zia torna per riprendersi la bambina. Ha trovato per lei un lavoro molto lucrativo presso al famiglia Seseman e nessuna protesta di Heidi serve a smuoverle la coscienza. Così Heidi si ritrova catapultata nella società bene di Francoforte come compagna di giochi di Klara, una bambina fragile che si è adattata a vivere su una sedia a rotelle, e dovrà imparare le buone maniere dalla severa governante Rottenmeier.

heidi-nuove-clip-film-cinema

Ben raccontato, ben scritto, ben rappresentato, il film è un prodotto ideale per i bambini in età scolare che approfondisce ulteriormente il tema del rapporto tra bambini e natura, molto presente nei recenti film per ragazzi (vedi su tutti Belle e Sebastien, ma anche Il mio amico Nanuk e quello di prossima uscita Abel – Il figlio del vento).

Fedelissimo al romanzo originale, Heidi segue le vicende di una bimba divisa tra due realtà alla ricerca di un posto da chiamare casa, ed è in mezzo alla natura, dove le capre ‘fanno ciao’ e le nuvole sono soffici cuscini, che può vivere la fanciullezza in tutta la sua spontanea allegria. Non per niente è anche il luogo in cui Klara ritrova la serenità necessaria per tornare a camminare. Da cartolina i meravigliosi paesaggi delle Alpi liberi dai moderni tralicci e cavi elettrici eliminati in post-produzione.

Heidi-film-live-action-2015-21

Ottimo il cast di attori – in cui spicca il grandioso Bruno Ganz (visto in Pane e tulipani e La caduta – Gli ultimi giorni di Hitler) nei panni del nonno – che riporta in vita personaggi indimenticabili come la signorina Rottenmeier, il maggiordomo Sebastian, la comprensiva nonna di Klara, il papà Seseman, il giovane Peter e l’anziana nonna cieca che non può mangiare pane secco. Nei panni di Heidi invece si è calata l’esordiente Anuk Steffen, che ha in comune con il suo personaggio l’inguaribile ottimismo e un contaggioso sorriso.

Vai alla scheda Cinema
Vai alla scheda Home Video

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento