Recensioni

Cenerentola, fiaba senza tempo


Visto con Sara, 8 anni, e Emma, 4 anni

Cenerentola, fiaba senza tempo

Il grande classico Disney in versione Blu-Ray: Cenerentola conquista le nuove generazioni?

di Paolo Paglianti 21/11/2012

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2012/11/Cenerentola-08.jpg

Ha ancora senso proporre Cenerentola, lungometraggio di Disney classe 1950, alle ragazzine di oggi, dopo che Rapunzel e Ribelle – The Brave hanno sdoganato l’eroina femminile “moderna”, che prende decisioni, commette errori e risolve la situazione duellando a padellate o addirittura scoccando frecce meglio di Robin Hood? C’è ancora spazio per protagoniste passive come Cenerentola, che per tutto il film è praticamente sempre spettatrice, a cui “capitano” situazioni positive o negative, e dove sono gli altri, dalla matrigna cattiva al principe, a prendere le decisioni e ad agire?

Dopo aver visto Cenerentola in Blu-Ray con le mie due figlie, di 4 e 8 anni, non ho grossi dubbi: la risposta è un “si” maiuscolo con tanto di capolettera. La storia di Cenerentola, bistrattata da sorellastre e matrigna, ridotta a serva in casa sua, che grazie alla Fata Madrina partecipa al ballo reale e conosce il principe dei suoi sogni conserva intatto il suo fascino anche dopo sessanta anni suonati. Merito in parte delle versioni “restaurate” prima in DVD e ora in Blu-Ray: si fa davvero fatica a credere che sequenze come quella in cui Cenerentola canta tra le bolle di sapone non siano create al computer ma da disegnatori che hanno realizzato a mano ogni singolo “fotogramma”.

È il fascino di Cenerentola, che partecipa alla festa del principe, balla circondata dalla folla a bocca aperta, della sua fuga a casa verso la realtà e l’immancabile lieto fine grazie alla prova della scarpetta, che colpisce le piccole spettatrici di oggi come quelle di tante generazioni fa. Nonostante Sara e Emma abbiano oggi altri punti di riferimento più moderni, come appunto Merida o Rapunzel, sono rimaste estasiate di fronte all’abito magico di Cenerentola e al finale con matrimonio e “vissero felici e contenti”. Senza dubbio, Disney è riuscito a creare una versione animata della favola di Charles Perrault che tocca delle corde tipicamente femminili, nel 2012 come nel 1950. Sara, a 8 anni, ha rivisto Cenerentola dopo qualche anno (da quando avevamo comprato la versione DVD), rimanendo incollata allo schermo per tutto il film. Emma, per cui era invece a tutti gli effetti una prima visione, è letteralmente impazzita. Entrambe hanno seguito le avventure di Cenerentola, emulandola persino mentre puliva! La più piccola ha chiesto di vederlo anche la sera successiva, mentre la grande ha invece preferito ripiegare su altri cartoni più moderni.

Anche la colonna sonora dà una grossa mano nel creare un’atmosfera magica: le canzoni sono tutte doppiate magistralmente, da Biddidy-Boddidi-Boo cantata dalla Madrina a I sogni son desideri, ed è impossibile per le piccole di casa ascoltarle senza cantare o ballare (d’altra parte, Cenerentola ha ricevuto tre nomination all’Oscar quando è uscito: miglior sonoro, miglior canzone e miglio colonna sonora).

Nella versione Blu-Ray sono presenti gustosi extra sul Making of e curiosità sul “dietro le quinte”, che verranno apprezzati anche dai piccoli di casa – è divertente spiegare ai figli degli Anni 2000 che una volta i cartoni erano fatti tutti a mano, 24 fotogrammi al secondo! Uno in particolare è irresistibile, ovvero Le incredibili nozze di Rapunzel, che racconta il matrimonio di Rapunzel con Flynn (anche se i protagonisti del cortometraggio sono il cavallo Maximus e il camaleonte Pascal).

 

Vai alla scheda Cinema
Vai alla scheda Home Video

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento