Recensioni

Calimero 3D, un cartoon dal sapore di una volta


Visto con Alex, 5 anni

Calimero 3D, un cartoon dal sapore di una volta

Calimero, personaggio nato da un celebre carosello in bianco e nero, è tornato in una veste completamente rinnovata per conquistare le nuove generazioni.

di Karin Ebnet 26/05/2014

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2014/05/Calimero-3D-16.jpg

Ha il sapore dei cartoni di una volta il nuovo Calimero, tornato sul piccolo schermo in una veste completamente rinnovata. Sia nell’abito – la serie è realizzata in computer grafica 3D – sia nell’anima. Il piccolo dolce pulcino nero, smacchiato regolarmente nel (oggi) politicamente scorretto carosello del detersivo Ava (era il 1960), non è più una ingenua creatura a cui il destino riservava una gran quantità di sfortune che lui affrontava ogni volta con un “è un’ingiustizia però“. Nella nuova serie si è fatto più furbo, usa l’intuito, assorbe i suggerimenti che provengono dal suo circondario, e risolve man mano tutti i problemi che gli si presentano. In ogni puntata Calimero si trova ad affrontare una nuova difficoltà (la costruzione di un parco giochi nel suo luogo preferito o la perdita di un oggetto a lui caro) che viene superata grazie al lavoro di squadra – viene aiutato dagli amici Priscilla, Valeriano e Piero – e a un pizzico di “magia”. Una magia che si può anche chiamare fantasia ma è complice anche l’uso di una stanza segreta nel sottosuolo del mulino dotata di ogni tipo di gadget.
Calimero non è una serie che pretende di essere educativa a tutti i costi, il suo punto di forza è l’intrattenimento puro, fatto per divertire e conquistare. I colori pastello, le linee morbide e la tenerezza di Calimero arrivano dritto al cuore. Anche a quello di Alex, che si è immediatamente innamorato del piccolo pulcino nero. Forse perché ancora lui si vede tanto piccolo (e lo è a “soli” cinque anni), ma allo stesso tempo cerca – proprio come il suo nuovo amico – intuizioni da grande.

Vai alla scheda Serie TV
Vai alla scheda Home Video

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento