Recensioni

Batman, capolavoro noir


Visto con Marco, 4 anni

Batman, capolavoro noir

Ispirato dai film di Tim Burton, un masterpiece dell'animazione seriale con un Cavaliere Oscuro in una Gotham City anni '40.

di Luca Maragno 23/10/2012

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2012/10/Batman.jpeg

Dopo il successo dei film di Tim Burton, Warner Bros decise di rilanciare il personaggio anche in una serie animata rivolta ai ragazzi in un progetto che riuscisse a sintetizzare le atmosfere portate al cinema. Batman è cupo, un vero Cavaliere Oscuro, e vive avventure autoconclusive (non c’è “continuity”) dal sapore poliziesco. È un vero e proprio detective e si muove quasi sempre in solitario, sebbene ogni tanto spunti Robin e il commissario Gordon sia un personaggio ricorrente. Siamo dalle parti di un noir con episodi incentrati sulle indagini più che sui combattimenti con il criminale di turno, tra i quali non mancano classici e carismatici nemici come Joker o il Pinguino. Il design dei personaggi e il look della serie si rifanno direttamente al Superman prodotto dai Fleischer Studios negli anni ’40 e che tutt’oggi è considerato un capolavoro dell’animazione, con il tratto pulito e tondeggiante e una palette di colori quasi “pastello”. Infatti Gotham City è una città retrò, dal look vagamente anni ’40 e molto “dark”.
La musica è un altro elemento di inedita qualità per un serial: ricorda le atmosfere usate da Danny Elfman per i Batman di Tim Burton e soprattutto riesce a completare le immagini risolvendosi in una colonna sonora capace di sottolineare bene i vari momenti, siano essi drammatici o tesi all’azione. I dialoghi sofisticati sono in grado di intrattenere anche un pubblico adulto, così come certe storie dai sottotesti tutt’altro che banali: in Un grande amore, per esempio, si racconta la storia tra Harley Queen e Joker, di come lei se ne innamorò andando a psicoanalizzarlo in prigione in una sorta di rapporto simile a quello sviluppato tra Jodie Foster e Hannibal ne Il silenzio degli innocenti.
La prima serie è del 1995, ha vinto meritatamente un Emmy e due Daytime Emmy, e non è invecchiata di un giorno se non per il formato in 4/3. Marco si appassiona alle storie ma il maggiore interesse va ai combattimenti: l’episodio preferito è quello contro Bane, che è anche quello più “fisico” con diverse scazzottate.  D’altronde per apprezzare a fondo un prodotto così elaborato 4 anni sono pochi, ma bastano per farsi ammaliare dal suo fascino.

 

Vai alla scheda Serie TV

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento