Blog

Mirabilandia, tutto quello che dovete sapere per divertirvi in famiglia


Mirabilandia, tutto quello che dovete sapere per divertirvi in famiglia

Tanti utili consigli per trascorrere una giornata indimenticabile a Mirabilandia, un parco sempre più attento alle famiglie, anche a quelle con i bambini più piccoli

di Karin Ebnet 23/04/2016

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2016/04/mirabilandia-2016-HP.jpg

Era dall’anno scorso, dopo il racconto di Luca, che desideravamo andare a Mirabilandia, il parco divertimenti dell’Emilia Romagna (vicino a Ravenna). Stavamo aspettando che Alex e Giorgio, ora rispettivamente 7 e 5 anni, fossero abbastanza grandi per poter salire sulla maggior parte delle attrazioni (riservate sopra i 120 cm).

L’opportunità di andare invece si è presentata prima del previsto, in occasione della presentazione dei nuovi show, uno dei punti di forza del parco. Un invito esteso a diverse mamme blogger e ad altri giornalisti specializzati. E le sorprese non ci sono mancate. Innanzitutto ci sono tantissime giostre anche per i bambini dai 90 cm in su, il che ci ha permesso di provare la maggior parte delle attrazioni (tranne ovviamente quelle destinate agli adulti come il famoso e adrenalinico Katun) e poi la grande varietà di servizi, gli spettacoli, le scenografie e la disponibilità e la gentilezza di tutti quelli che lavorano nel parco. Tutto ha contribuito a rendere la giornata indimenticabile.

Mirabilandia-2016-01

Si entra

Il parco apre alle 10.00 e se si possiede già il biglietto, acquistabile online, si può evitare la fila all’ingresso. Per noi l’appuntamento era proprio sotto la scritta Mirabilandia, rigorosamente indossando una delle bellissime magliette realizzate da Happiness in esclusiva per il parco (in uno dei negozi vicino all’entrata si può scegliere tra tantissimi modelli) e natutralmente ne abbiamo approfittato per una simpatica foto di gruppo. Poi liberi tutti per un paio di ore, aspettando a mezzogiorno il debutto della versione rinnovata dello spettacolo Un dono dal cielo, visibile nel cortile vicino a Katun. Ne abbiamo approfittato subito per entrare a Dinolandia, la parte del parco dove ad attendere i bambini ci sono tantissimi dinosauri a grandezza naturale. Tranne Reptilium, unica attrazione della zona vietata ai bambini più bassi di 1,20 metri, e che quindi ha potuto provare solo Alex col papà, tutte le altre erano anche a misura di Giorgio, e le abbiamo provate tutte. La nostra preferita è stata Rexplorer, un velocissimo convoglio che ti fa provare l’ebrezza della velocità.

Mirabilandia-2016-04

Che fame!

Prima dell’appuntamento a Katun abbiamo avuto ancora il tempo di un giro sulla Gold Digger, una delle attrazioni più divertenti del parco, che attrae sia i bambini che gli adulti. Lo spettacolo Il dono del cielo poi ha divertito molto sia Alex che Giorgio, perché si tratta di uno show ambientato nel mondo degli antichi maya con ballerini che combattono con le spade ed effettuano spettacolari capriole. A quel punto la fame ha iniziato a farsi sentire. Per fortuna il prossimo spettacolo, dedicato al mondo del rock n’roll si svolgeva al Drive In, nella zona Route 66. In coda per mangiare hamburger e hot dog (ma nel self service si possono mangiare diversi tipi di primi e secondi), abbiamo assistito al balletto Mira Rock n’roll dove una coppia vestita come Grease si è esibita in una performance acrobatica in pieno stile anni ’50.

Mirabilandia-2016-35

A tutta birra

E con la pancia piena, aspettando di essere nuovamente in condizione di salire sulle montagne russe (quelle a misura di bambino, naturalmente), siamo andati ad assistere allo spettacolo più emozionante di tutti: Grosso guaio a Stunt City. L’arena dove si svolge lo show è poco più avanti del Drive In e qui, davanti a una grandissima folla, si esibiscono eccezionali piloti acrobatici che riescono a guidare su due ruote le macchine, stanno in piedi sulle moto in bilico su una ruota sopra, e riescono a fare anche le evoluzioni con i tir. Ma non solo. A fine spettacolo hanno lasciato tutti a bocca aperte tirando fuori una gigantesca ruota dove una macchinina, grande come un’utilitaria, ha fatto il giro della morte, senza nemmeno bisogno di una grande rincorsa! Inutile dire che i bambini (e anche i papà) erano in piena fibrillazione. Uno spettacolo che vale davvero la pena di guardare!

Mirabilandia-2016-39

 

Dall’alto

E ora? Ancora eccitatissimi dallo spettacolo che avevamo appena visto, abbiamo deciso di fare qualcosa di più tranquillo, ma altrettanto spettacolare. Così ci siamo diretti verso l’enorme ruota panoramica che permette di vedere benissimo tutto il parco e la natura circostante. Poi non ci siamo fatti mancare neppure un giro panoramico sul Mirabilandia Express, e Alex e il papà hanno provato Master Thai, un roller coaster a binario doppio. Infine abbiamo deciso di terminare la giornata a Bimbopoli, un’area pensata proprio per i più piccoli dove troneggia un’enorme e fantastico parco giochi. Qui Alex e Giorgio hanno trascorso la maggior parte del tempo, divertendosi come dei matti, ma tra una corsa e un’arrampicata abbiamo provato anche La casa matta (la giostra preferita di Giorgio), le Mini rapide, e il Leprotto Express. Tutte giostre a misura dei bambini più piccoli.

Mirabilandia-2016-48

Arrivederci

Ad aprile il parco chiude alle 18.00, quindi ci siamo diretti all’uscita, stanchissimi ma felici, e siamo stati salutati dai fantastici ballerini di Mirabilandia che, alla baia dei pirati, la grande piazza adiacente all’ingresso, si sono esibiti nell’ultimo show della giornata: Pirati del futuro. Vestiti in stile steampunk, hanno catalizzato le emozioni del pubblico con un mini musical ambientato tra passato e futuro dove un angelo ha riportato la giustizia. A fine spettacolo, prima di raggiungere la macchina al parcheggio, non ci siamo dimenticati di registrarci alle macchinette (si trovano sulla sinistra, subito dopo la baia dei Pirati ma prima dell’uscita) del Punto convalida biglietto “Il giorno dopo entri gratis”. Per cogliere l’opportunità, dopo una notte di sonno rigenerante, di trascorrere un’altra mezza giornata di divertimento prima di tornare a casa.

Mirabilandia-2016-53

Il giorno dopo

Carichi di entusiasmo dopo la prima giornata al parco, abbiamo approfittato per scoprire le attrazioni che non avevamo fatto in tempo a visitare il giorno prima. E per fortuna che lo abbiamo fatto. Non ci siamo mai divertiti tanto…
Appena entrati infatti abbiamo girato a sinistra verso la Piazza della fama. Qui, dopo un tunnel con gli specchi deformanti dai quali ho fatto fatica a staccare Alex e Giorgio che si stavano già divertendo come dei matti, abbiamo trovato il Pepsi Theatre, dove nel primo pomeriggio avevamo intenzione di guardare il famoso Magic Illusion Show. Proprio nel mezzo della piazza, a pochi passi dal MacDonalds, un gruppo di paperelle se ne andava tranquillamente a zonzo. A Giorgio si sono letteralmente illuminati gli occhi e ha cercato di dare loro da mangiare un po’ di pane. Ma più si avvicinava e più loro scappavano…

Mirabilandia-2016-50

Nuove avventure

Qui abbiamo scoperto anche due attrazioni che ci sono piaciute tantissimo: Blue River e Reset. Il primo è un grandissimo scivolo d’acqua dove scendi a bordo di un canotto (attenzione, giostra rigorosamente da fare in due, è vietato salire da soli), ed è divertentissimo, il secondo è un percorso scenograficamente post apocalittico dove, a bordo di un convoglio, devi sparare alle lucine cercando di battere gli altri del gruppo. Papà è stato il più bravo di tutti! Aspettando l’inizio dello show di magia siamo anche tornati a fare le attrazioni più belle, come il Golden Digger nell’Area Far West (che da giugno si arricchirà di nuovissime attrazioni) e il Rexplorer a Dinoland. Infine è giunto finalmente il momento di assistere allo spettacolo di magia con l’illusionista spagnolo Jorge Moreno. A introdurre lo spettacolo un bravissimo clown ci ha fatto morire dal ridere riservando un sacco di sorprese agli ignari spettatori. Poi la magia ha preso il sopravvento e lo show ci ha lasciato davvero a bocca aperta.
Ora però era davvero tempo di tornare a casa. Non senza una promessa. Ritorneremo! Magari proprio per dare un’occhiata alla nuovissima Area Far West che aprirà a giugno, o magari per fare un salto nelle fantastiche piscine di Mirabilandia Beach, l’area acquatica estiva del parco!

Qui sotto tutte le immagini della nostra avventura a Mirabilandia:

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento