Blog

Book for Kids: Le 5 leggende, dalla leggenda al fantasy


Book for Kids: Le 5 leggende, dalla leggenda al fantasy

Tratto dal libro fantasy per ragazzi scritto da William Joyce, il film attinge a tutta una tradizione di genere che pone le sue radici già nelle favole. In più tanti altri suggerimenti letterari per ragazzi

di Fausto Boccati 30/11/2012

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2012/11/le-5-leggende-opinione-2-ok.jpg

La narrativa per l’infanzia nasce dalla fiaba: prima nei racconti orali (anche se non rivolti specificamente ai bambini), poi nella rielaborazione scritta di questi e, successivamente, nelle opere di autori che rifacendosi agli stessi schemi della tradizione popolare costruivano nuove storie. Attraverso il racconto fiabesco si costruisce una realtà alternativa, magica, in grado di interpretare le dissonanze e le ingiustizie del quotidiano in una rappresentazione chiara delle forze antagoniste, degli opposti in lotta nella nostra esistenza: bene e male, ombra e luce, forza e fragilità, sopraffazione e accudimento… è l’occasione per mettere in scena i grandi drammi umani del destino, del potere, della morte e delle inquietudini morali. La letteratura fantastica rielabora i temi della fiaba e a partire dal ventesimo secolo costituisce il genere letterario di gran lunga più diffuso, a dimostrazione del grosso livello di coinvolgimento emotivo collettivo che è in grado di generare. Certo: gli aiutanti magici assomigliano sempre più a supereroi, e gli abbracadabra a gridi di battaglia ma, come nel racconto popolare, il fantasy rievoca emozioni legate alle esperienze più ancestrali e le fissa nel mondo circoscritto e sospeso della finzione; neutralizza l’angoscia della paura o almeno la stempera nella rappresentazione di personaggi che la sanno affrontare attraverso il loro personale sforzo di superamento, anche con l’aiuto di figure-guida. Una doverosa premessa per introdurre al contenuto di Le cinque leggende, in quanto si tratta di un film squisitamente letterario, che attinge a piene mani dalla letteratura di genere quanto dal leggendario popolare e dal mito (leggi la recensione). Gli ingredienti ci sono tutti: quelli della tradizione, con i personaggi magici e provvidenziali cari all’immaginario infantile (Babbo Natale in persona, l’omino di sabbia dispensatore di sogni, il coniglietto di Pasqua, la fata dei dentini); e quelli della letteratura fantasy nelle sue più recenti evoluzioni stilistiche: l’azione decisiva di un umano prescelto (Jack Frost) nella lotta con la forza del male (il distruttivo Pitch), l’intervento di risorse ipertecnologiche a fianco dei poteri magici personali, l’attualizzazione di alcuni tratti psicologici o fisici (i vistosi tatuaggi sugli avambracci di Babbo Natale, il coniglio esperto in arti marziali…). Ad essere minacciato dalla forza annientatrice di Pitch è il mondo dei sogni e delle speranze dell’infanzia sul pianeta Terra: il suo piano è sottrarre ai bambini sogni e speranze riposti nei loro personaggi mitici, e popolare le notti di incubi e disperazione, neutralizzando direttamente uno per uno i cinque benevoli custodi del loro sonno. Per la trama si rimanda alla sinossi del film, in quanto il libro dal quale è tratto è in realtà una saga. L’autore è William Joyce – eclettico regista, produttore, sceneggiatore ed efficacissimo illustratore dei suoi libri –, e ogni volume della serie si concentra su uno dei cinque Guardiani dei sogni, dando vita a nuove avventure e sfide che ne approfondiscono i diversi temperamenti. Da noi, in concomitanza con il film, è uscito solo il primo volume, Nicholas Nord e la battaglia contro il re degli incubi (Rizzoli, 15 euro, 202 pagine), oltre ad una serie di prodotti editoriali curati dallo stesso editore: un libro gioco, una sorta di libro-storyboard con il riassunto della trama, e un albo illustrato ricco di fotogrammi tratti dal film e con poco testo, per i più piccoli. Non entriamo nel merito del livello letterario di questi prodotti, certo non eccelso nemmeno nella prova dello stesso autore. La qualità dell’operazione editoriale intorno al film si realizza invece attorno ad una ulteriore pubblicazione: un albo (L’uomo nella luna, 14,00 euro, 52 pagine) illustrato dallo stesso autore che riprendere l’antefatto principale di tutta la saga (l’apparizione della luna e dello Zar Custode dei bambini) con illustrazioni di grande atmosfera e suggestione, introducendoci con efficacia nel mondo fantastico che William Joyce ha creato; un albo che sarebbe bastato da solo a integrare su carta la visione del film. Infine – paradossalmente –, il vero grande merito andrebbe riconosciuto all’editore per un libro dello stesso Joyce che non c’entra niente con tutto quello di cui abbiamo parlato, né con il film: si tratta dell’albo I fantastici libri volanti di Mr Morris Lessmore che ci racconta, con una storia dal sicuro effetto emotivo, il nostro bisogno di storie, di immaginazione e di identità attraverso un racconto sintetico e allegorico, ricco di citazioni cinematografiche e letterarie. Temi e modi di raccontare evidentemente cari allo scrittore. Un albo che è una piccola perla per tutte le età, ed è a sua volta legato ad un cortometraggio che ha vinto quest’anno l’Oscar per i corti di animazione.

http://youtu.be/tkJPMsWw6Z8

Per gli appassionati del genere, ecco qualche suggestione bibliografica: la difesa del regno della fantasia, il mondo dei sogni e la realtà, personaggi che partono dalla nostra quotidianità e si ritrovano a far parte del mondo della fiaba. Un tuffo in avventure dove tutto può succedere: anche al lettore!

Michael Ende
La storia infinita

Edi. TEA, 10 euro, 436 pagine

(età di lettura: da 10 anni)

 

Beatrice Masini
Bambini nel bosco
Ediz. Fanucci, 14 euro, 200 pagine

(età di lettura: da 12 anni)

 

Pierdomenico Baccalario
La bambina che leggeva i libri
15 euro, 278 pagine

(età di lettura: da 10 anni)

 

Paola Capriolo
La macchina dei sogni
Ediz. Piemme, 15,50 euro, 207 pagine

(età di lettura: da 9 anni)

 

Raby Lucy D.
L’Elfo del Nord
Ediz. Piemme, 10,50 euro, 363 pagine

(età di lettura: da 9 anni)

 

Thomas Wharton
L’ombra di Malabron
Ediz. Piemme, 16,50 euro, 459 pagine

(età di lettura: da 10 anni)

 

Michael Buckley
collana The Sisters Grimm
Ediz. Giunti junior, 9,50 euro, 288 pagine.
I titoli della serie: Detectives da favola, Una ragazzina schizzata, Gli insoliti sospetti

(età di lettura: da 9 anni)

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento