Blog

Disneyland, il nostro viaggio nel parco a tema dedicato alla famiglia


Disneyland, il nostro viaggio nel parco a tema dedicato alla famiglia

Idee, suggerimenti e attrazioni da non perdere nel parco divertimenti più famoso e magico d’Europa: Disneyland Paris. Il sogno di tutti i bambini

di Luca Celoria 22/04/2016

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2016/04/disneyland-paris-un-viaggio-per-tutta-la-famiglia.jpg

La vacanza è un’alchimia di esperienze che vogliamo assolutamente memorizzare, infatti, si parte sempre con tutti i mezzi possibili per imprimere i ricordi più belli nel nostro cuore, e non solo.

Esiste un posto in Europa dove l’atmosfera è talmente densa di magia che, quando ci si mette piede per la prima volta, si è avvolti da un manto caldo che fa restare i bimbi meravigliati e che affascina gli adulti facendoli tornare sognatori. Un luogo dove tutto assume un aspetto gioioso, e spesso ci si dimentica di fare le foto per godersi l’attimo.

Stiamo parlando di Disneyland Paris e questo è il resoconto del nostro viaggio in un mondo incantato a misura di famiglie.

Per descrivere l’insieme di sensazioni e divertimento che si possono provare a Disneyland Paris ci vorrebbero una decina di pagine cartacee e migliaia di caratteri per il Web, così abbiamo preferito utilizzare una sintesi schematica suddivisa in tre parti:

  1. Descrizione del parco suddividendolo nelle 5 aree tematiche presenti,
  2. Giochi adatti per adulti e per bambini,
  3. Trucchi e suggerimenti.

N.B.: Disneyland Paris è suddivisa in 3 grandi aree, Disneyland Park, Disney Studios e Disney Village. In questo articolo descriveremo solo il primo, le altre due aree saranno raccontate in altri articoli.

Entrando all’interno di quest’area, si nota subito la presenza dell’imponente albergo rosa (ovvero il Disneyland Hotel), dove ai suoi piedi si trova un bellissimo parco fiorito con al centro la statua di Walt Disney. Questo catapulta immediatamente le persone in un mondo parallelo, come varcare uno stargate e accedere nel regno della magia.

Disneyland-Paris-01

Main Street

Appena entrate nel parco vi ritrovate in Main Street, prima area a tema del parco, dove si è teletrasportati in una tipica cittadina Americana di inizio novecento con la via centrale perfettamente ricostruita, i porticati con dettagli in stile Belle Epoque e le automobili antiche con le ruote a raggi come quelle che guidano Paperino o Nonna papera (come ha esclamato mio figlio Alessandro) che girano nella piazza centrale.

Tutti i negozi nei porticati sono immensi Disney Store o ristoranti e bar dove poter mangiare snack.

Passeggiando per Main street si può ammirare l’America che ha vissuto Walt Disney da bambino e con un po’ di attenzione si possono trovare delle piccole chicche nascoste che regalano piacevoli sorprese.

Ad esempio, camminando col naso all’insù per il porticato, si possono ammirare una serie di quadri che ritraggono disegni in perfetto stile Steam Punk. Questi disegni ci ricordano come i nostri bis nonni immaginavano il tempo a noi contemporaneo, zeppo di dirigibili e mongolfiere con vistosi ingranaggi a rotelle color bronzo. Un’altra attrazione molto curiosa, sempre sotto i portici, è celata dietro un piccolo sipario, dove si assiste, a bordo di un battello, all’inaugurazione della Statua della libertà a New York nel 1886. Inoltre in due appositi spazi, ricavati nei cortili di case padronali fedelmente ricostruite, c’è la possibilità di incontrare e fare la foto con Paperino, Topolino e Minnie, mettendosi in coda negli orari previsti come scritto sui cartelli.

Disneyland-Paris-02

Suggerimento 1: ci sono tantissimi inservienti vestiti a tema a seconda dell’area in cui vi trovate e quindi facilmente riconoscibili, guardate sul loro petto il cartellino col nome, sopra la scritta ci sono disegnate delle bandiere. Se vedete il nostro tricolore impresso sul cartellino quel ragazzo o ragazza parla Italiano.

Suggerimento 2: provate gli hot dog con formaggio fuso e i cookie con pepite di cioccolato, sapori così li potrete solo gustare in America.

Suggerimento 3: Durante la giornata, può capitare che alcune attrazioni chiudano e non possiate più entrare, ma questo non accade per i negozi. Quindi per prima cosa girate il parco e visitate tutte le giostre e solo alla fine della giornata entrate negli shop per comprare gadget e souvenir. Così non rischierete di perdere nulla!

Momenti indimenticabili da non perdere con i bimbi: giro su di un tram d’epoca con tanto di sirena a trombetta “AHUA AHUA!!!”, foto con i personaggi disney, sfilata finale con I carri con tutti i personaggi di tutti i cartoni animati e fuochi d’artificio tutte le sere.

Fantasy Land

Se ora vi dicessi di chiudere gli occhi e di immaginare un castello, sicuramente penserete a una fortezza in particolare, perché è un’immagine che tutti abbiamo ben chiara nella mente. Disney questo lo sapeva bene ed è per questo motivo che alla fine della Main street, dove gira il tram per tornare indietro, troneggia il fantastico castello Rosa con le guglie blu e le ampie finestre a mosaico della Bella addormentata.

Suggerimento 4: il punto migliore per fare la foto insieme al castello, senza che nessuno passi dietro di voi, si trova all’inizio del ponte che vi porta dentro la sala principale. Appoggiandosi alla balaustra riuscirete a incorniciare la vostra famiglia senza nessun volto o altro che possa rovinare una delle foto più iconiche che si possano scattare a Disneyland Paris.

Superando il castello si entra nel regno della fantasia e delle favole. Qui cominciano le giostre e ogni angolo ha dettagli mirabolanti. Alessandro di 7 anni e Adriano di 3 in questa parte di parco non sapevano dove girare la testa e abbiamo cominciato a fare tutte le attrazioni possibili. Le giostre sono tutte quante inserite in un villaggio medioevale che richiama la bella addormentata, casette di legno con tetti di paglia nascondono immense attrazioni che fanno vivere in prima persona i cartoni animati che, grazie ai nostri bimbi, guardiamo in Dvd.

Disneyland-Paris-03

Divertentissimo Il labirinto di Alice, dove degli spruzzi d’acqua zampillano sulle teste dei passanti ricadendo in otri a distanza di un metro. Da non perdere, se avete tempo, l’incontro con Topolino all’interno del teatro. La coda può essere anche di un’ora, ma l’attesa è accompagnata dalla visione di cartoni animati degli anni ’30 e ’40 di topolino e company. Vedendo poi la foto che vi scattano, sicuramente non resterete delusi. Ricordate, infine, di andare a visitare le segrete del castello per incontrare il sonnacchioso drago della bella addormentata, ma state attenti a non fare troppo rumore, altrimenti potreste svegliarlo!

Intrattenimento per adulti e bambini: Pinocchio, Biancaneve, Peter Pan, il Carosello, il Labirinto di Alice, il Volo di Dumbo e la “ridondante” Small World. Quest’ultima ha come tema un immaginario viaggio attraverso tutte le nazioni del mondo. Queste sono alcune giostre che potrete fare con bambini alti da 90 cm in su.

Suggerimento 5: Alle donne in gravidanza è praticamente vietata ogni attrazione, quindi se vostra moglie è in dolce attesa tenete conto di questo suggerimento prima di recarvi a Disneyland Paris perché lei potrà solo andare per negozi… che dal punto di vista femminile potrebbe anche bastare!

Suggerimento 6: Per visitare Peter Pan (una delle giostre più belle con gli Animatronix che vi farà volare a bordo di un galeone pirata sopra Londra fino all’isola che non c’e’) utilizzate il Fast pass. Un biglietto che vi permetterà gratuitamente di prenotare la visita dell’attrazione in un’ora specifica della giornata, evitando code. Il fast pass è previsto anche per altre attrazioni delle varie aree tematiche ed è ben visibile all‘ingresso delle giostre.

Imperdibile, infine, farvi immortalare a Fantasy land mentre tentate di estrarre la spada nella roccia imitando le gesta di Semola! Ma attenzione! L’asta per fare i selfie è vietatissima nel parco!

Adventureland

Dopo esservi fatti una bella scorpacciata di giostre “tranquille” e aver saltellato tra una favola e l’altra grazie alla polvere di fata, seguendo il viale alberato vi troverete all’improvviso in un suk arabo, con una splendida fontana decorata di un mosaico azzurro. Ma non solo, troverete anche una Range Rover abbandonata carica di materiale per le esplorazioni. Mettete quindi da parte l’atmosfera da sogno e preparatevi a gustare l’adrenalina dei Rollercoaster e la pura avventura! Benvenuti ad Adventureland, il luogo più misterioso di Disneyland Paris.

Qui potrete vivere alla Indiana Jones (ma solo voi e i bimbi alti più di 1.40 cm) e arrampicarvi sulla casa nell’albero di Robinson Crusoe, ma anche assistere allo spettacolo di un arrembaggio dei pirati e lasciare giocare i vostri piccoli bucanieri in una piccola area a tema dedicata ai bimbi da 3 ai 6 anni.

Questo è il regno di Aladin, Jafar e di Pirati dei Caraibi. Se ad Alessandro e ad Adriano chiedessero di scegliere una sola attrazione da rifare 100 volte a Disneyland Paris loro direbbero: I Pirati dei Caraibi. L’attrazione cha ha dato spunto alla pentalogia di Jack Sparrow è uno spettacolo imperdibile adatto a tutti quanti che, oltre a regalare un pochino di fresco nelle giornate estive o tepore in quelle invernali, resta tra le giostre più complete e divertenti che io abbia mai visto tra le decine di parchi di divertimento che ho visitato. I bambini impazziranno nel ripercorrere a bordo di una scialuppa un autentico attacco pirata a un fortino spagnolo. Colpi di cannone, schizzi d’acqua e simpatici pirati canterini vi terranno compagnia per tutto il tempo!

Frontierland

Riponete I turbanti, le scimitarre, la frusta e i kriss in un baule di vimini e tirate fuori stivali, cappello e cinturone con le colt… è ora di saltare in sella ed esplorare la terra di frontiera! Yaha! Dalla fitta jungla in stile Sandokan si passa come per incanto nel Texas di fine ottocento. La musica nell’aria cambia e il rumore dei carrelli da miniera si disperde tra le rocce e tra i legni del fortino della cavalleria, siamo a Frontier Land. Adriano e Alessandro non hanno nemmeno il tempo di sbattere le palpebre da quanto la ricostruzione del far west è dettagliata e ricostruita in ogni minimo particolare. Se siete fan di Trinità o di Tex siete nel posto che avete sempre sognato.

Suggerimento 7: Se l’attrazione è tornata attiva, entrate nel ristorante The Lucky Nugget Saloon, collocato alla destra del fortino, prendete degli hamburger e patatine take away e fate la coda per fare uno splendido giro del lago a bordo di una nave a ruota tipica del Missisipi. Girerete attorno alle miniere e vedrete la ricostruzione dei vilaggi degli indiani.

Sulla collina che sovrasta il lago, dove all’interno di essa appare l’imponete roccia granitica, sede del divertente e rocambolesco Big Thunder Mountain, appare lugubremente attraente la casa infestata: il Phantom Manor. Nonostante, a un primo impatto, possa risultare più macabra della casa degli Adams e della villa di Norman Bates fuse assieme, è in realtà un forma di intrattenimento “spaventoso” adatto a tutta la famiglia. Salite sui simpatici ovetti, dopo aver vissuto la spaventosa esperienza dell’ascensore dai quadri cangianti, e vivete la storia della sposa e della sua maledizione. Vedrete fantasmi volare in saloni barocchi e grottesche sfere volanti cantare un coro blues da pelle d’oca. Tutto condito con animatronix di altissimo livello e splendide ricostruzioni western-horror. I bambini impazziranno e vorranno farlo tutte le volte possibili.

Suggerimento 8: Se siete stanchi e volete riposarvi, guardate la mappa e cercate la stazione del trenino più vicina a voi. Potrete sedervi e fare un tour completo di tutto il parco e scendere in un’area nuova felicemente riposati.

Suggerimento 9: Per I bimbi più piccoli portate il passeggino, altrimenti per 15 euro al giorno lo potrete affittare comodamente. Per info chiedete all’entrata del parco in un piccolo edificio a destra delle biglietterie.

Attrazioni assolutamente imperdibili: Big Thunder Mountain, the Phantom manor, l’esplorazione del fortino.

disneyland-paris-frontierland

Discovery Land

Ci si lascia alle spalle il vecchio west e si ritorna a passeggiare per Main street. Il castello della bella addormentata si erge sempre limpido sulla nostra sinistra e la strada è sempre più trafficata con centinaia di persone piene zeppe di borse con dentro i gadget più incredibili e disparati. Ancora pochi passi, ed ecco che nuovamente il mondo davanti ai nostri occhi cambia e si trasforma nel futuro romantico di Jules Verne. Un luogo nel tempo dove si pensava che le macchine volanti si unissero ai lampioni a olio e che lo spazio fosse la vera ultima frontiera delle scoperte dell’uomo. Discoveryland è la felicità fatta a luogo, qui si incontra tutto quello che da ragazzini ci s’immaginava e, infatti, i miei due bimbi sono rimasti entusiasti e fremevano dalla voglia di esplorare.

Qui i patiti di fantascienza si troveranno a casa perché oltre a poter girare nel sottomarino Nautilus del Capitano Nemo, potranno vivere tante esperienze incredibili. Dall’essere catapultati su un razzo nella montagna russa Space Mountain: Mission 2, al poter sparare con le pistole laser assieme a Buzz Lightyear, fino a vivere in prima persona l’attacco alla Morte Nera di Guerre stellari. Ebbene sì, nella piazza centrale di Discoveryland, su di un piedistallo attorniato da cespugli, spicca fiero ed elegante un bellissimo X Wing a grandezza naturale. Dopo la foto d’obbligo sotto la mitica astronave, salite sull’attrazione Star Tours che, come detto in precedenza, altro non è che un simulatore di volo pilotato da un droide sbadato che per sbaglio porta l’equipaggio, di cui lo spettatore fa parte, nella battaglia epica contro l’impero dell’episodio IV di Star Wars.

All’uscita un bellissimo emporio di gadget di guerre stellari vi ripulirà la carta di credito perché ci sono giocattoli e souvenir esclusivi per ogni elemento della famiglia.

Suggerimento 10: Non comprate subito quello che vedete, rischierete di caricarvi troppo e di dover lasciare incustoditi i vostri acquisti (molti furti purtroppo accadono quotidianamente). Ricordate però che non tutti i giocattoli e souvenir sono in ogni store del parco, soprattutto i gadget di guerre stellari. Quindi non perdetevi in questo negozio il piccolo droide R2D2 da “custommizzare” a piacimento, e la spada laser di Luke, Darth Vader o Darth Maul da costruire a grandezza naturale.

Attrazioni da non perdere: Orbitron, Autopia e l’avventura in 3D di Antman.

Guardate il video per vivere la magia di Disneyland:

L’ultimo consiglio che vi dò è quello di pianificare una vacanza a Disneyland Paris cercando di gustarvi il parco nei tempi giusti che, ormai dopo anni di visite, reputo che siano ottimizzate in 4 giorni e 3 notti per non stancarvi troppo e per poter giocare a tutte le attrazioni.

Prenotate un albergo nel Village e, grazie al pacchetto mezza pensione superior, divertitevi a cenare in diversi ristoranti sparsi tra i due parchi, il village e gli alberghi stessi.

Godetevi ogni momento e lasciate che la magia entri in voi e, una volta finita la vacanza, non stupitevi se quando sarete sull’aereo di ritorno, un pensiero vi passerà per la testa facendovi chiedere: Quando potrò ritornare a Disneyland Paris?

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento