News

O11ce, le interviste ai campioni della serie tv Disney sul calcio


O11ce, le interviste ai campioni della serie tv Disney sul calcio

A tu per tu con Mariano González, Sebastián Athié e Paulina Vetrano, i protagonisti della serie tv sul calcio di Disney XD O11ce - Undici campioni (Once)

di Redazione 14/03/2017

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2017/03/O11ce-once-serie-tv-disney-photocall-07.jpg

Il 20 marzo debutterà su Disney XD una nuovissima serie che ha tutte le carte in regola per conquistare i bambini e i ragazzi appassionati di sport e di calcio in particolare. Protagonisti tutti giovanissimi interpreti provenienti da Argentina e Messico come Mariano González, Sebastián Athié e Paulina Vetrano, venuti in Italia per la prima volta per presentare la serie O11ce – Undici campioni. E naturalmente hanno approfittato per fare un salto a San Siro a vedere Milan-Fiorentina.

O11ce, un po’ come capita in molte serie tv che parlano di sport, permette di mostrare come, attraverso il talento, sia possibile buttarsi alle spalle il passato e superare le proprie difficoltà per potersi affermare.

Mariano, Sebastián e Paulina ci hanno parlato della serie, della passione per lo sport che li accomuna e di quello che sperano per il loro futuro.

O11ce-once-undici-campioni-serie-tv-disney-trailer-meme Monica-chef-il-trailer-italiano-della-serie-tv-Disney-Channel-meme

Qual è la storia di O11ce – Undici campioni?
Mariano:
«La storia inizia con una squadra che si allena in un’accademia per potenziali futuri professionisti, alla quale però manca il numero 10. Per questo il direttore tecnico Francisco inizia a cercare ovunque, anche nei posti più umili, per trovare un talento che possa indossare la maglia numero 10. Ed è in un piccolissimo paesino che trova Gabo, il mio personaggio, un ragazzo orfano che vive con la nonna e il cui sogno è quello di diventare un giocatore professionista».
Sebastián: «Lorenzo è la controparte di Gabo nella serie. Lorenzo è una persona molto competitiva nel campo e nella vita e questo atteggiamento lo ha ereditato dal papà, calciatore professionista a sua volta. È anche un bullo e questo suo atteggiamento lo mette subito contro Gabo quando questi ultimi entra nella squadra dei Falconi Dorati».
Paulina: «La serie non parla solo di calcio. L’accademia è frequentata anche da ragazze come il mio personaggio che fanno parte della squadra di pallavolo.  Tra lei e Gabo nascerà una preziosa amicizia, anche perché Zoe è una ragazza molto allegra e spensierata. Anche lei come Gabo avrà a che fare con un’agguerrita avversaria, ovvero il capitano della squadra di pallavolo nonché fidanzata di Lorenzo. Paolina inoltre è la figlia di Francisco, direttore tecnico della squadra dei Falconi Reali, cosa che non la aiuta a dimostrare di essere in grado di raggiungere i risultati per il suo talento e non per essere figlia di…».

O11ce-once-serie-tv-disney-photocall--10

Zoe si fidanzerà con Gabo nella serie?
Paulina: «Il loro rapporto è un po’ complicato, ma a lei piacerebbe…».
Mariano: «Gabo in realtà è molto timido e troppo concentrato sul calcio per pensare al lato romantico della sua vita».

Mariano e Sebastián, prima di recitare nella serie avevate entrambi un futuro nel calcio…
Mariano: «A Undici anni mi sono trasferito a Los Angeles con l amia famiglia per tentare la strada del professionismo. Negli Usa lo sport è molto legato ai college cosa che piaceva molto ai miei genitori perché sapevano che in questo modo avrei portato avanti anche gli studi. Per quattro anni ho fatto parte della squadra dell’Università della Callifornia, finché si è presentata l’opportunità di O11ce, che mi ha permesso di sposare le mie due grandi passioni della vita: recitare e giocare a calcio.
Sebastián: «Da piccolo giocavo con mio padre e ho iniziato ad amare questo sport. Lui mi portava sempre allo stadio nel paese dove vivevo vicino a Città del Messico. Verso i 12-13 anni ho iniziato a giocare in una squadra con l’idea di diventare un professionista e quindi per un certo periodo sono andato lontano dalla mia famiglia, ad Agua Caliente, ma questo non piacque molto ai miei. Sin da piccolo però ho sempre avuto anche la passione e come per Mariano O11ce mi ha permesso di unirle».

O11ce-once-serie-tv-disney-photocall--04

Paulina, tu nella serie sei una grandissima appassionata di calcio ma nella vita reale ti piace?
«Certo, adoro il calcio, so tutto su questo sport. La mia squadra preferita è il Banfield»

Qual è il vostro calciatore preferito?
Mariano: «Messi e Higuaín. Ma ho sempre ammiraco molto anche Buffon e Maldini, oltre che il Pirlo nel suo periodo negli Stati Uniti»
Sebastián: «Mi piaceva moloto il Milan di una volta. Mi ricordo Dida, Seedorf, Gattuso, Maldini… il mio preferito era Pippo Inzaghi».
Paulina:
«Adoro Neymar».

O11ce-once-serie-tv-disney-photocall--03

Quali sono le caratteristiche che deve avere un vero bomber, come sei tu nella serie Sebastián?
«Deve essere una persona con una grande personalità, avere carisma e determinazione».

Qual è il futuro che sognate?
Sebastián: «Quando ho deciso di partecipare a O11ce l’ho fatto già con la consapevolezza di voler abbandonare il calcio per dedicarmi completamente alla recitazione. Ma non solo. Mi piace anche l’idea di diventare un regista… Per il momento vado avanti giorno per giorno. La mia esperienza mi ha insegnato che insieme a una porta se ne aprono altre 10. Vedremo in futuro dove mi condurranno…».
Paulina: «Ho sempre recitato insieme alle mie sorelle e alle amiche e in un certo senso il mio sogno si sta già realizzando oggi. A sognare ancora più in grande però, mi piacerebbe fare musica e condividere i miei pezzi con persone di tutto il mondo. Il mio modello è Beyonce, sia come artista che come donna».
Mariano: «Ho coltivato entrambe le mie passioni fin da piccolo, ma recitare è qualcosa che mi è entrato davvvero nel cuore. Ho come modelli due attori messicani, Gael Garcia Bernal e Diego Luna, che ha anche recitato in Star Wars. Mi piacerebbe molto lavorare con loro, così come impazzirei per farlo con Leonardo DiCaprio, che per me è un vero idolo».

O11ce-once-serie-tv-disney-photocall--05

Quanto vi assomigliano i vostri personaggi e, se sì, in quali aspetti ?
Paulina
: «Il personaggio di Zoe sembra proprio scritto per me, ci assomigliamo molto: ci piace lo sport, abbiamo tanti amici maschi e siamo molto socievoli. Mi rivedo molto in questo personaggio a cui femminilità non deriva dall’avere gioielli sfarzosi, vestiti… ma proprio dall’essere naturale, socievole e aperta alla vita».
Mariano: «All’inizio ho fatto il casting per il ruolo di Lorenzo ma durante il provino mi hanno fatto leggere una frase di Gabo e, nel recitarla, mi sono sentito molto affine al personaggio. Ci sono tante cose che ci rendono simil. Intanto i valori della famiglia e dell’amicizia, ma anche il fatto di dover andare via da un luogo per inseguire un sogno, proprio come è successo a me quando ho lasciato il mio Paese per andare a studiare negli Stati Uniti. E ancora adesso che la mia famiglia è a Los Angeles e io sono in Argentina per recitare. Ci sono anche altri aneddoti. Ad esempio il mio migliore amico si chiamava Felipe così come il miglior amico di Gabo. Oppure tornando in Argentina ho vissuto per un periodo con mia nonna, come Gabo all’inizio del film».
Sebastián: «Inizialmente avevo fatto il casting per il personaggio di Ricky, amico di Gabo, ma poi il Direttore mi ha fatto provare a leggere il copione di Lorenzo ed è rimasto molto colpito. A me è sempre piaciuto interpretare i personaggi cattivi, sono più interessanti, e mi sono divertito molto a scendre nella parte. Gli aspetti che vedo più simili al mio personaggio sono la determinazione, il porsi degli obiettivi e lottare per raggiungerli, la dedizione e la perseveranza: se Lorenzo riuscisse a liberarsi dagli aspetti più negativi della sua personalità sicuramente diventerebbe uno sportivo e una persona incredibile».

O11ce-once-serie-tv-disney-photocall--02

Sebastian, a un certo punto delle prime due puntate arriva la figura di tuo padre. Al cinema e in TV i cattivi non lo sono mai fino in fondo e ci viene da pensare se il ruolo di questo padre sia un po’ scomodo per Lorenzo… quanto inciderà nella serie e quanto renderà la vita difficile anche a una persona con la personalità di Lorenzo?
Sebastián:
«Effettivamente è un rapporto molto difficile, il padre fa molte pressioni su Lorenzo. La voglia di diventare il migliore gli viene proprio dal padre, è un rapporto che lo spinge a reprimere quello che ha dentro quando è in casa e a tirarlo fuori in modo negativo quando è in squadra».

O11ce-once-serie-tv-disney-photocall--09

Higuain, Dybala, Icardi sono tre grandi argentini che giocano in Italia. Vi siete ispirati a qualcuno di loro in particolare nei vostri allenamenti e nelle riprese?
Mariano
: «In questi giocatori ci sono tante caratteristiche a cui mi ispiro, ad esempio Higuain nel periodo in cui ha giocato nella nazionale Argentina ha avuto un periodo di difficoltà ma nonostante questo ha perseverato e ora sta vivendo un periodo positivo in Italia con la Juventus. A volte il pubblico è troppo duro con i calciatori. L’ho vissuto sulla mia pelle nel periodo in cui giocavo negli Stati Uniti per diventare professionista, più andavo in alto più diventava difficile non solo dal punto di vista tecnico ma soprattutto per le pressioni esterne».
Sebastián: «Anch’io ammiro molto in Higuain questa capacità di andare oltre gli ostacoli… ma vorrei citare anche Carlos Salcedo, giocatore messicano in forze alla Fiorentina».

O11ce-once-serie-tv-disney-photocall--08

Molti dei ragazzi italiani vivono con il pallone al piede e allo stesso tempo guardano in Tv i loro idoli. Voi praticamente fate entrambe le cose, calcio e televisione, quindi fate quello che la maggior parte dei ragazzini vorrebbe fare. Ma c’è qualcosa che è andato storto, avete avuto qualche difficoltà, qualcosa che non è andato come vi aspettavate?
Mariano
: «Sicuramente abbiamo vissuto tantissime sfide sia prima di arrivare qui, sia durante questa esperienza. Ognuno ha la sua storia, per quanto mi riguarda la scelta di andare a Los Angeles per giocare a calcio non è stata facile: si trattava di un momento molto duro per l’Argentina e il futuro era davvero incerto. Là poi ci sono stati dei momenti molto difficili, ero ad esempio riuscito ad arrivare in una squadra a cui ambivo e che poi non mi ha confermato. Adesso posso dire che questo mi ha permesso di essere qui oggi ma allora non potevo saperlo e la mia vita era quella. Sono però tutte esperienze che mi hanno preparato e mi hanno permesso di diventare quello che sono oggi. Se potessi dare oggi un consiglio a me stesso quando avevo 12 anni, direi a quel ragazzino di aver fiducia e di perseverare: le porte si apriranno. Riguardo alla vita sul set, il lavoro che ci sta dietro è molto duro, gli allenamenti iniziano presto e sono molto intensi. E spesso girare una scena di calcio giocato è ancora più faticoso».
Paulina: Per le ragazze è un po’ più semplice. Non abbiamo tutte quelle ore di allenamento di calcio e quindi possiamo concentrarci sulla recitazione. Le giornate però sono molto lunghe e diventano interminabili quando devo percorrere ancora tanti chilometri per tornare a casa visto che abito lontano dal luogo delle riprese. Il fatto però che abbiamo formato un gruppo molto compatto e siamo molto amici mi ha permesso di affrontare con più leggerezza le difficoltà quotidiane».

O11ce-once-serie-tv-disney-photocall--01

Cosa vi piace fare nel tempo libero?
Paulina: «Io canto continuamente. Ho sempre la chitarra in mano e anche sul set trovavamo sempre qualche momento per stare insieme a cantare e suonare».
Sebastián: «Anch’io adoro la musica, ma anche leggere e scrivere poesie».

Qui sotto i posati dei ragazzi protagonisti di O11ce:

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento