News

Masha e Orso, la favola russa dietro alla serie Tv


Masha e Orso, la favola russa dietro alla serie Tv

Vi siete mai chiesti da dove arriva Masha e come ha fatto a conoscere Orso? Ecco la fiaba originale da leggere ai vostri piccoli

di Redazione 31/01/2015

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2015/01/masha-e-orso-19.jpg

In tanti ormai conoscono Masha e Orso, la serie tv che ha ormai soppiantato Peppa Pig nel cuore dei più piccoli (e di voi genitori) e che racconta le avventure di una bimba combinaguai ma simpaticissima e del suo grande e tenero amico orso. In pochi però sanno che la storia arriva da una favola russa dove compaiono anche i nonni (nella serie Masha è misteriosamente sola, non si vede mai nessun altro umano). Così siamo andati a recuperare la fiaba e ve la proponiamo qui sotto tradotta, così da poterla leggere ai vostri figli, magari prima di andare a dormire. Contenti?Buona lettura a tutti!

Book for kids – Nella tana con l’orso

50 orsi del cuore: da Paddington a Koda, tutti i teddy dei bambini

masha-e-orso-97

Masha e l’orso – La favola russa

C’erano una volta un nonno e una nonna che avevano una nipote di nome Masha. Un giorno alcuni amici della bimba decisero di andare nella foresta per raccogliere funghi e frutti di bosco e andarono a casa di Masha per chiederle se voleva unirsi a loro.

«Per favore, nonna e nonno – chiese Masha – lasciatemi andare nella foresta»

«Puoi andare – risposero i due anziani nonni – ma bada bene di stare sempre vicino agli altri e non li perdere mai di vista. Potresti perderti»

Masha e i suoi amici si addentrarono nella foresta e iniziarono a cercare funghi e bacche. Ma la bimba, iniziò ad andare da un cespuglio all’altro e da un albero all’altro incurante dei suoi amici, tanto che a un certo punto si rese conto di essere rimasta da sola. Li chiamò a gran voce, ma nessuno dei suoi amici la sentì e nessuno di loro rispose. Masha cominciò allora a camminare per la foresta finché non giunse davanti a una piccola capanna. Bussò alla porta, ma nessuno rispose, così diede una bella spinta ed ecco che la porta si aprì. Masha entrò nella capanna e si sedette su una panchina vicino alla finestra.

masha-e-orso-64

«Mi chiedo chi viva qui» pensava Masha. Ma non si sarebbe mai immaginata che in quella capanna viveva un grande grande orso, che si trovava in quel momento nel bosco. Quando giunse la sera l’orso rientrò e fu contento di trovare Masha a casa sua.

«Aha – disse – ora non ti lascerò andare mai più. Vivrai qui nella mia casa come un mite topolino. Cucinerai la mia cena e la mia colazione e sarai il mio fedele servitore».

Masha si rattristò, ma nessuno poteva aiutarla e così restò con l’orso. Ogni giorno Orso andava nella foresta e prima di uscire si raccomandava con Masha di restare nella capanna ad aspettarlo.

«Non devi mai uscire senza di me – le diceva – perché se lo fai ti prenderò e ti mangerò».

masha-e-orso-63

Così Masha iniziò a pensare a come avrebbe potuto allontanarsi dall’orso. Tutto intorno c’era solo la foresta e non c’era nessuno a cui chiedere indicazioni sulla strada da prendere. Pensò e ripensò fino a quando non seppe cosa fare.

Un giorno, quando l’orso stava per andare nella foresta, Masha gli disse:

«Orso, Orso lasciami andare nel mio villaggio per un giorno. Voglio portare qualcosa di buono da mangiare ai miei nonni»

«No che non farai – rispose Orso – ti perderesti nella foresta, ma se mi dici che cosa vorresti dare ai tuoi nonni, lo porterò io».

Questo era proprio quello che Masha voleva sentirsi dire. Sfornò alcuni pasticcini, e li mise su di un piatto dicendo all’orso:

«Metterò i pasticcini in un cestino, così li puoi portare ai miei nonni. Ma non aprire il cesto lungo la strada e non mangiare nessuno dei pasticcini lungo la strada. Salirò sulla cima della grande quercia per guardarti ed assicurarmi che tu non apra il cestino»

masha-e-orso-87

«Molto bene – disse orso – prepara il cestino» e uscì in veranda per assicurarsi che non stesse piovendo

Quando lo fece, Masha si infilò nel cestino e si nascose sotto il piatto di pasticcini. L’orso tornò in casa e trovo tutto pronto per andare, così si mise in spalla il cestino e partì. Tamp-tamp andrò l’orso tra gli abeti. Clumpiti-Clumpe andò tra le betulle, poi su per la colline e giù per la strada lunga e tortuosa. Alla fine si stancò e si sedette a riposare.

«Se non riposo mie ossa penso che morirò. Mi siederò su un ceppo e mangerò un pasticcino» disse l’Orso.

Ma Masha gridò dal cesto:

«Ti vedo, ti vedo non sederti sul tronco e non mangiare i pasticcini ma portali ai miei nonnini»

«Povero me, che occhi acuti ha Masha – disse orso – vede tutto»

Prese il cestino e proseguì. Poi si fermò di nuovo e disse:

«Se non riposo mie ossa penso che morirò. Mi siederò su un ceppo e mangerò un pasticcino»

Ma Masha urlò di nuovo dal cestino:

«Ti vedo, ti vedo! Non sederti sul ceppo e non mangiare i pasticcini ma portali ai miei nonnini»

masha-e-orso-65

«Quanto è furba Masha – pensò l’Orso – è seduta in alto su di un albero lontano ma vede lo stesso tutto quello che faccio e sente tutto quello che dico».

Si alzò in piedi e camminò ancora più veloce rispetto a prima. Arrivò al villaggio e trovò la casa dove il nonno e la nonna di Masha vivevano e cominciò a bussare sul cancello con tutte le sue forze.

«Toc, toc, aprite il cancello – esclamò – ho portato qualcosa per voi da Masha».

Ma i cani del villaggio fiutarono l’odore dell’orso e si precipitarono verso di lui da ogni cortile abbaiando. L’orso si spaventò, posò il cesto davanti alla porta e via corse più veloce che poteva, senza voltarsi indietro.

Il vecchio e la donna si avvicinarono alla porta e videro il cesto. «Cosa contiene questo paniere?» si domandò l’anziana donna.

Il vecchio sollevò il coperchio e guardò dentro e non poté credere ai propri occhi. Nel cestino c’era Masha viva e vegeta. Il nonno e la nonna erano felicissimi, l’abbracciarono e la baciarono tutta. E dissero che Masha era stata davvero furba, più furba di quanto avrebbe mai potuto essere. E i piccoli lettori saranno sicuramente d’accordo con noi.

Fonte: Russian Crafts

Cliccate sul poster per accedere alla scheda della serie tv con più di 100 foto:

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento