News

Le meraviglie del mare, tutto sul film in arrivo al cinema


Le meraviglie del mare, tutto sul film in arrivo al cinema

Il documentarista oceanografico Jean-Michel Cousteau ci riporta sui fondali marini con Le meraviglie del mare, film al cinema a maggio. Tutte le info

di Redazione 21/03/2018

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2018/03/le-meraviglie-del-mare-documentario-film-trailer-trama-per-famiglie-bambini-scuola-HP.jpg

La natura lascia spesso a bocca aperta per lo stupore delle meraviglie che è capace di mostrare. Una bellezza che soltanto i più grandi documentaristi sono capaci non solo di catturare ma anche di restituire al meglio nelle immagini sul grande schermo. Uno di questi è senz’altro Jean-Michel Cousteau, famoso esploratore oceanografico francese e figlio dell’ancor più celebre Jacques Cousteau, che da sempre prosegue la mission del padre portando alla luce Le meraviglie del mare. Ed è proprio questo il titolo dato al suo ultimo progetto cinematografico, in arrivo al cinema a maggio e di cui vi mostriamo in esclusiva il primo poster.

tutti-film-animazione-2018-primitivi-incredibili-hotel-transylvania-meme

Il significato

Le meraviglie del mare non è un docu film come tanti. Rispetto a tanti altri bellissimi progetti per il piccolo o il grande schermo ha infatti una marcia in più. È stato realizzato pensando a un pubblico di riferimento ben preciso: i bambini, sia in famiglia che nella scuola. Un progetto nato infatti per sensiblizzare le nuove generazioni alla salvaguardia dell’ambiente.

«Spero che il pubblico viva la stessa mia emozione nello scoprire questa parte del nostro sistema idrografico che fa della catena alimentare marina, il fondamento della vita di tutte le specie» ha spiegato Jean-Michel Cousteau.«Le meraviglie del mare ci fa riflettere sul fatto che ogni respiro, ogni boccata d’aria proviene dal mare. Mi piacerebbe che i giovani, la classe dirigente del futuro, abbiano accesso a queste informazioni, non solo per imparare cose nuove, ma anche per proteggere l’ecosistema marino. Senza un mare pulito non ci può essere vita nemmeno sulla terra. Proteggere il mare significa proteggere noi stessi e le generazioni future».

le-meraviglie-del-mare-02

La trama

Il regista Jean-Michel Cousteau si è imbarcato con i figli Celine e Fabien e la sua troupe in un viaggio dalle isole Fiji alle Bahamas, per esplorare un oceano sconosciuto alla ricerca di ecosistemi molto vari fra di loro osservati in tutta la loro bellezza ma anche fragilità, per scoprire di più sui rischi che lo minacciano.

le-meraviglie-del-mare-03

I registi

Non solo Jean-Michel Cousteau, dietro le cineprese del film c’è anche Jean-Jacques Mantello, altro celebre esploratore marino che si è occupato soprattutto delle questioni tecniche del film, una parte che non è assolutamente da sottovalutare perché è una componente fondamentale del risultato finale.

«Girare un film in 3D sott’acqua è piuttosto impegnativo» ha spiegato Jean-Jacques Mantello. «Mentre stavamo girando, oltre agli aspetti tecnici, dovevo tenere sempre presente che il 3D va al di là delle immagini perché si focalizza sul fatto di far vivere l’esperienza allo spettatore, lo devi coinvolgere. È uno strumento che, se ben utilizzato, offre un totale coinvolgimento. Le meraviglie del mare è stato concepito come un’immersione subacquea da guardare in 3D».

le-meraviglie-del-mare-07

Chi è Jean Michel Cousteau

le-meraviglie-del-mare-jean-michel-cousteauDa oltre quarant’anni Jean-Michel Cousteau si impegna a trasmettere alle generazioni di tutto il mondo la sua passione per il mare, attraverso un’opera di sensibilizzazione verso il pianeta acquatico. Ha studiato i mari di tutto il mondo a bordo della “Calypso” e dell’“Alcyone” per buona parte della sua vita. Nel 1999 ha fondato la Ocean Futures Society per rendere omaggio al suo retaggio culturale e proseguire il suo lavoro pionieristico.

.

 

Chi è Jean-Jacques Mantello

le-meraviglie-del-mare-jean-jacques-MantelloI fratelli Mantello sono un duo ben assortito: Jean-Jacques, pioniere del cinema subacqueo in 3D, è il regista dei loro film e gestisce l’intero processo di post-produzione mentre François, di formazione ingegnere, produce, finanzia e si occupa di tutte le attività di produzione e distribuzione della 3D Entertainment Films. Tra il 2003 e il 2014, i due hanno prodotto e distribuito cinque film di 40 minuti su schermo gigante: Ocean Wonderland 3D, Sharks 3D, Dolphins and Whales 3D, Air Racers 3D e Kenya 3D. Nel 2010 hanno prodotto il loro primo lungometraggio documentario in digitale e 3D distribuito in tutto il mondo: Oceani 3D, terminato nell’estate del 2008 dopo 26 spedizioni ai quattro angoli del mondo.

Nel 2014 i fratelli Mantello e Jean-Michel Cousteau si sono associati per la produzione del documentario Jean-Michel Cousteau’s Secret Ocean 3D, seguito da Le meraviglie del mare. Il film, secondo lungometraggio in 3D prodotto dai fratelli Mantello, è realizzato con tecniche di ripresa 3D 4K in macro e slow motion per catturare le immagini di queste piccole creature colorate mai viste prima.

Arnold Schwarzenegger

Tra i punti di forza del documentario Le meraviglie del mare, oltre a una forte missione educativa e a delle straordinarie immagini 3D, c’è anche la presenza nel progetto di Arnold Schwarzenegger. L’ex governatore della California ha infatti fortemente voluto il film, tanto da averlo co-prodotto insieme a François Mantello ed essersi prestato a fare la voce narrante del documentario.

le-meraviglie-del-mare-arnold-schwarzenegger«Quando ho visto le riprese del film, sono rimasto sbalordito e ho voluto subito far parte del progetto. Non solo ci sono immagini emozionanti, ma c’è anche un messaggio forte sull’urgenza di proteggere il nostro mare. E il 3D vi darà la sensazione di stare sott’acqua insieme a tutte queste creature marine» ha dichiarato Arnold Schwarzenegger. «Le meraviglie del mare oltre a essere interessante come film lo è anche dal punto di vista ambientale, perché lancia un messaggio importante: “Un mare pulito significa un mondo pulito”. Penso che guardando questo film inevitabilmente vi innamorerete del mare e scoprirete un mondo tutto nuovo. È un film geniale perché vi farà venire voglia di andare a prendere una bombola da sub e immergervi sott’acqua per andarlo a esplorare».

 

Caratteristiche tecniche

Le incredibili immagini di Le meraviglie del mare sono state catturate grazie a tre anni di ricerca e sviluppo di nuovi strumenti di ripresa che consentono la ripresa subacquea 3D in risoluzione 4K, slow motion, macro e in motion control. «In questo film possiamo finalmente osservare anche il comportamento delle creature più minuscole: come si alimentano, come si difendono e come interagiscono con le altre specie marine» ha spiegato il co-regista Jean-Michel Cousteau.

le-meraviglie-del-mare-09

Il 3D

«Il concetto stesso di immersione è tridimensionale e la scelta di filmare in 3D è nata spontaneamente prima ancora di scrivere Le meraviglie del mare» ha continuato Jean-Jacque Mantello.«Nei tre anni in cui abbiamo girato Le meraviglie del mare abbiamo messo a punto nuove tecnologie. Per osservare i comportamenti di questi animali nel loro habitat avevamo bisogno di rallentare il movimento della macchina da presa e catturare lo svolgersi delle loro interazioni. Abbiamo quindi usato il 3D, l’ Ultra-HD 4K, lo slow motion, il close-up, il macro e motion control, in modo da catturare perfino l’attenzione dei sub più esperti».

le-meraviglie-del-mare-06

Le location

Il film è stato girato in questi meravigliosi posti della Terra:

  • Isole Bimini (Bahamas)
  • Isola di Santa Catalina (California)
  • Los Angeles
  • Isole Fiji
  • Mare di Cortez (Messico)
  • Mar Mediterraneo (Francia)

le-meraviglie-del-mare-le-location

La mission del film

Il film presenta un’importante componente didattica ed ecologica, sempre sottolineata in modo sottile e non aggressivo. La 3D Entertainment Films in collaborazione con il team didattico della Ocean Futures Society, e sotto la supervisione del responsabile scientifico Richard Murphy, ha lavorato allo sviluppo di numerosi progetti educativi per bambini, supportati da media elettronici e socia media.

«Siete giovani e da voi dipende il futuro dei nostri mari» ha detto Jean-Michel Cousteau. Siete la futura classe dirigente e dovete sapere che la vita dipende dalla salvaguardia del mare. Che viviamo al mare o in montagna, la salute del mare influenza costantemente la nostra vita. Il nostro pianeta è un pianeta blu, un pianeta fatto di acqua. Senza un mare pulito non c’è vita, ma se prendiamo le giuste precauzioni possiamo salvarlo. Perché tutto è collegato e proteggere il mare significa proteggere ogni forma di vita, compresa la nostra».

le-meraviglie-del-mare-10

Perché bisogna proteggere l’oceano?

Il film vuole che gli spettatori, non solo i bambini ma anche gli adulti e gli insegnanti si pongano una semplice domanda. Perché bisogna proteggere l’oceano? La risposta è semplice, perché senza un oceano pulito e sano non possiamo VIVERE.

Per chi non lo sapesse:

  • Gli oceani provvedono al 50% dell’ossigeno della Terra, per questo ogni respiro va considerato con un regalo offerto dall’oceano
  • Non soltanto è il più grande polmone della Terra, ma l’oceano aiuta anche a ripulire il 30% della CO2 creata dall’uomo.

le-meraviglie-del-mare-11

La parte didattica

La forte componente didattica del film si traduce in tanti materiali pensati sulla base della tempistica necessaria agli insegnanti per divulgare la materia e insieme centrare l’obbiettivo del film: stimolare la consapevolezza e l’impegno per la salvaguardia del mare attraverso attività educative che siano anche divertenti. Lo scopo è responsabilizzare le persone, e in particolare i bambini, facendogli imparare quanto più possibile sulle meraviglie del mare e stimolando in loro l’idea di un futuro sostenibile. Il reparto marketing del film, insieme al team educativo della Ocean Future’s Society, ha realizzato due opuscoli sui contenuti del film:

  • Guida per gli insegnanti: un opuscolo d 32 pagine pensato per accompagnare gli studenti nella visione del film con approfondimenti sulle creature marine che andranno a scoprire. La guida, rivolta agli educatori di bambini dai 6 anni in su, è divisa in lezioni tematiche sui vari animali e habitat che si incontrano nel film e propone attività didattiche per gli studenti.
  • Libro di attività del “Difensore dei mari”: Un opuscolo di 28 pagine per bambini di 4 anni, diviso in due parti: una per far scoprire ai bambini gli animali del film e i loro habitat, e l’altra con una serie di proposte divertenti, come il passaporto del “Difensore dei mari”, un quiz Vero o Falso e delle graffette a forma di pesce.

Per ottenerli basta farne richiesta a M2 Pictures, il distributore del film

le-meraviglie-del-mare-05

Data di uscita

Le meraviglie del mare arriverà al cinema il 17 maggio 2018. Un film fortemente consigliato non solo a tutte le famiglie, ma anche alle scuole.

le-meraviglie-del-mare-04

Video, foto e poster

Il trailer

Aspettando l’arrivo del trailer italiano, potete intanto farvi un’idea del film Le meraviglie del mare guardando il video promo inglese, con la voce narrante di Arnold Schwarzenegger.

Le foto

Qui sotto alcune straordinarie immagini di Jean-Micheal Cousteau, insieme ai figli Celine e Fabien, durante il loro viaggio alla scoperta della fragilità dell’ecosistema marino, in pericolo a causa delle politiche sbagliate dell’uomo che hanno inquinato e rovinato il nostro pianeta da sempre:

Il poster

Cliccate sul poster in esclusiva che vi mostriamo qui sotto per accedere alla scheda del film Le meraviglie del mare:

© Riproduzione riservata


Inserisci un Commento