News

La Bella e la Bestia, nel live action il primo personaggio gay Disney


La Bella e la Bestia, nel live action il primo personaggio gay Disney

Nei film per famiglie si può parlare apertamente di omosessualità? Disney ci prova con il live action de La Bella e la Bestia, ma stanno arrivando le prime reazioni contrarie

di Redazione 7/03/2017

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2017/03/la-bella-e-la-bestia-gaston-letont-primo-personaggio-gay-nella-storia-disney.jpg

L’omosessualità è un tema che ancora viene visto con diffidenza, soprattutto quando si parla di prodotti per bambini. Qualche mese fa pareva che a sdoganarlo sarebbero stati i Pixar Animation Studios con la prima coppia formata da due madri intravista nel trailer di Alla ricerca di Dory (rivelata poi una bufala). A mostrare il primo personaggio apertamente gay in un film Disney sarà invece il live action La bella e la Bestia, in uscita al cinema il 16 marzo.

A dichiararlo ufficialmente è stato il regista Bill Condon durante un’intervista parlando di LeTont (Josh Gad), il fido assistente di Gaston (interpretato da Luke Evans): «LeFou è uno che un giorno vuole diventare Gaston, e un altro giorno vuole baciare Gaston. Lui è confuso riguardo ciò che vuole. È qualcuno che si sta ancora rendendo conto di provare determinati sentimenti, e Josh lo interpreta in maniera deliziosa e delicata».

Il riferimento all’omosessualità di Le Tont è stato inserito in ricordo di Howard Ashman, autore dei testi di alcune canzoni presenti nel cartone originale che morì di AIDS prima di poter vedere il film sul grande schermo.

Una scelta che in alcuni paesi non è piaciuta, tanto che in Russia, dove esiste una legge che proibisce la propaganda gay nei confront dei minori, il film sarà vietato ai minori di 16 anni.

Voi cosa ne pensate di questa polemica su La Bella e la Bestia?

la-bella-e-la-bestia-tutte-le-news-i-trailer-e-le-foto-disney-live-action-2017  la-bella-e-la-bestia-john-legend-e-ariana-grande-cantano-beauty-and-the-beast-meme-ok

Fonte: Deadline

© Riproduzione riservata


Inserisci un Commento