News

Fabio Rovazzi ci fa volare. A tu per tu con l’idolo del web


Fabio Rovazzi ci fa volare. A tu per tu con l’idolo del web

È diventato l'idolo dei bambini con il singolo Andiamo a comandare e lo vedremo presto anche al cinema con il suo primo ruolo da protagonista. Ripercorriamo insieme a lui le tappe salienti che hanno portato alla nascita di un incredibile successo, quello del personaggio del web più amato del momento

di Redazione 8/11/2017

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2017/11/photo-courtesy-of-fabio-rovazzi-02.jpg

(le dichiarazioni di Fabio Rovazzi all’interno dell’articolo sono state concesse dalla rivista YOUTECH)

Fino a poco più di un anno fa era un semplice videomaker che realizzava contenuti per la sua pagina Facebook e per le discoteche di Milano. Oggi è Fabio Rovazzi, fenomeno del web da oltre un milione di iscritti su YouTube, cinque volte disco di platino, idolo dei bambini e dei ragazzi che seguono religiosamente ogni sua mossa sui social network.

Eppure è iniziato tutto da un semplice gioco: quando andava ancora a scuola, Rovazzi si divertiva a realizzare video amatoriali per le presentazioni in classe, per le gite con i compagni oppure per i viaggi di famiglia, filmando con la telecamera di suo padre. Da lì sono iniziate le prime collaborazioni con alcune discoteche di Milano, la sua città natale, per le quali ha iniziato a lavorare come videomaker, fino all’intuizione di aprire un canale YouTube dove caricare le sue creazioni.

fabio-rovazzi-solo-se-ci-sei-te-video-e-testo-spot-big-bubble-meme

Quando sia esattamente arrivato il successo, Rovazzi non lo sa definire: «Non c’è stato un vero momento preciso, è stata più una cosa progressiva: di colpo ho avuto un sacco di visualizzazioni, la gente ha iniziato a chiedermi le foto per strada… Forse il momento è stato durante la prima esibizione dal vivo, quando il pubblico si è messo a cantare tutto assieme».

Cantavano ovviamente il brano che lo ha portato alle stelle, spalancandogli le porte della celebrità e rendendolo il personaggio che è oggi. Uscito a febbraio 2016, il singolo Andiamo a comandare è tuttora il suo successo più grande. Divenne rapidamente il tormentone estivo di quell’anno, capace di vincere un disco d’oro soltanto grazie agli ascolti in streaming sul sito della casa discografica Newtopia (la prima volta per un brano italiano). A dicembre è arrivata invece la sua seconda canzone, Tutto molto interessante, a cui si è aggiunta poi a maggio 2017 la collaborazione con Gianni Morandi, intitolata Volare. Tre singoli e tre dischi di platino, con milioni e milioni di visualizzazioni su YouTube che continuano ad accumularsi ogni giorno.

Tutti-pazzi-per-gianni-morandi-e-fabio-rovazzi-show-programma-su-la-nove-meme

Ma Rovazzi non si considera lo stesso un cantante, anzi ammette candidamente di non saper affatto cantare: «Io non so cantare, mi sono ritrovato su palchi giganteschi ma sono super nuovo… non ho le capacità di fare il cantante, ma in fondo a nessuno interessa che io sappia farlo. Quello che manca adesso sono le idee, devi essere carismatico». E sicuramente le idee a lui non mancano: dalle fantasiose collaborazioni come quella con Morandi (sono entrambi beniamini del web, ma anche idoli ai poli opposti di diverse generazioni di appassionati di musica), fino alle guest star e ai camei che compaiono a sorpresa nei suoi video, la creatività è il suo marchio di fabbrica e ciò che gli fa guadagnare la simpatia e il “follow” di così tanti giovani.

Il-vegetale-fabio-rovazzi-gennaro-nunziante-film-disney-meme

Forse il suo segreto è proprio l’incredibile capacità di osservare l’andamento dei trend, di assorbire i tormentoni e di capire cosa piace più o meno al pubblico italiano: Rovazzi sa esattamente cosa cercano i suoi spettatori, e allo stesso tempo sembra avere sempre il potere di stupirli con l’imprevedibile. «Amo osservare gli altri – racconta – vedere quali trend seguire. Mi piace sempre cercare di non essere scontato, sono un amante dei camei veloci, immediati, magari assurdi». Questa capacità di osservare e imparare in fretta i trucchi del mestiere gli sarà particolarmente utile per la sua prossima grande sfida: il debutto al cinema con Il vegetale, in arrivo a gennaio 2018 per The Walt Disney Company Italia. Questa volta non sarà né regista né scrittore, ma solo interprete di questa commedia ideata e diretta da Gennaro Nunziante, già autore dei film di Checco Zalone e di recente della pellicola Disney Come diventare grandi nonostante i genitori, con i protagonisti della serie Alex & Co. Sulla trama del film si sa soltanto che interpreterà un neolaureato incapace di trovare un lavoro e anche Rovazzi non si sbilancia: «Non posso dire molto. Ho sempre desiderato fare cinema e tra le tantissime richieste arrivate, quella di Disney è sicuramente la migliore che potesse capitare. Non partecipo alla scrittura, Gennaro è talmente bravo e io talmente inesperto, ma voglio imparare, osservare e capire come funzionano le cose su un set per il grande schermo».

Ma anche questa esperienza è tutta una palestra per le sue prossime avventure. Mentre si concentra sul suo primo ruolo per il grande schermo sul set del film Disney, il cantante è già proiettato al futuro e alla sua prossima tappa, quella che potrebbe essere la più impegnativa per la sua carriera e che prima o poi spera di portare a termine: «Voglio capire come ci si muove dietro una macchina da presa per il grande schermo. Spero di imparare molto per poi riuscire a fare il mio film, scritto e diretto da me».

Photos courtesy of Fabio Rovazzi, The Walt Disney Company Italia, Nove

© Riproduzione riservata


Inserisci un Commento