News

È morto Isao Takahata, co-fondatore dello Studio Ghibli


È morto Isao Takahata, co-fondatore dello Studio Ghibli

Ci ha lasciato Isao Takahata, leggenda dell'animazione giapponese e mondiale, storico collaboratore di Miyazaki e regista di alcuni dei grandi capolavori dello Studio Ghibli

di Irene Rosignoli 5/04/2018

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2018/04/addio-a-isao-takahata-regista-morto-a-82-anni.jpg

La triste notizia arriva da Yahoo Japan: ci ha lasciato una leggenda dell’animazione giapponese e del mondo intero, celebre co-fondatore dello Studio Ghibli insieme ad Hayao Miyazaki, nonché regista di indimenticabili capolavori prodotti sotto l’etichetta dello Studio, l’ultimo dei quali è stato La principessa splendente. Addio Isao Takahata!

Takahata è morto all’età di 82 anni: la causa del decesso non è stata ancora dichiarata, ma sembra che fosse malato da tempo e che soffrisse di problemi al cuore già da un anno.

La-storia-della-Principessa-splendente

Chi era Isao Takahata 

Nato nel 1935, Takahata si è appassionato al cinema durante gli anni dell’università e a differenza di Miyazaki non è mai stato un disegnatore, ma si è fin da subito affermato come regista. Presso la Toei Animation conosce il giovane Miyazaki, che già dimostrava un grande talento: i due stringono un sodalizio artistico e iniziano a realizzare piccoli cortometraggi insieme. Negli anni ’70 partecipa all’adattamento per la televisione di molti romanzi per ragazzi diventati cult tra gli anime anche in Italia, come Heidi o Anna dai capelli rossi.

Nel 1985, dopo il grande successo di Nausicaa nella valle del vento, Takahata e Miyazaki fondano insieme lo Studio Ghibli realizzando il loro sogno di poter gestire il proprio studio di animazione.

la tomba delle lucciole isao takahata recensione meme con scritta

I capolavori realizzati da Isao Takahata

Il primo lungometraggio diretto da Takahata per lo Studio Ghibli, e anche quella che ancora oggi è la sua opera più conosciuta e più apprezzata, è Una tomba per le lucciole (1988). Ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, il film racconta l’epopea di un ragazzino di nome Seita e della sorellina Setsuko, costretti a vagare tra le rovine di ciò che è rimasto del Giappone dopo i distruttivi attacchi americani.

Il regista ha in seguito realizzato Pioggia di ricordi (1991), Pom Poko (1994), I miei vicini Yamada (1999).

Il suo ultimo film da regista è stato invece La principessa splendente, acclamato in tutto il mondo e nominato all’Oscar come Miglior film d’animazione nel 2015 (perse la statuetta, che andò alla Disney per Big Hero 6). L’opera è basata sulla leggenda giapponese nota come Taketori monogatari, ovvero “Il racconto di un tagliabambù”, e racconta la storia di una coppia di anziani che trova all’interno di un fusto di bambù una minuscola creatura luminosa dalle sembianze di una principessa, che i due decidono di adottare come se fosse la loro vera figlia.

Tra i suoi ultimi progetti, ha collaborato alla realizzazione del film francese La tartaruga rossa di Michaël Dudok de Wit, film d’animazione per adulti che è stato creato in collaborazione con lo Studio Ghibli prima della chiusura definitiva dello studio.

Addio Isao Takahata, ci mancherai!

 

Foto: Courtesy of Wild Bunch

Fonte: Yahoo Japan via Indiewire 

© Riproduzione riservata


Inserisci un Commento