Cinema

Inside Out

3+
poster_grande

Inside Out


http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2013/10/Inside-Out-Teaser-Poster-01.jpg
Titolo originale: Inside Out
Anno: 2015
Genere: Animazione
Regia: Pete Docter
Interpreti:
Voci: Stella Musy (Gioia), Melina Martello (Tristezza), Paolo Marchese (Rabbia), Daniele Giuliani (Paura), Veronica Puccio (Disgusto), Vittoria Bartolomei (Riley), Claudia Catani (la mamma di Riley), Mauro Gravina (il papà di Riley), Luca Dal Fabbro (Bing Bong), Giorgio Locuratolo (Jangles il clown), Renato Cecchetto (Fritz), Cristina Poccardi (Smemoratrice Paula), Carlo Scipioni (Smemoratrice Bobby), Chiara Salerno (Regista sogni), Alessandra Cassioli (Rabbia mamma), Roberta Pellini (Tristezza mamma), Alberto Caneva (Paura papà), Emiliano Ragno (Gioia Clown), Luna Iansante (Meg), Giorgia Ionica (Meg bambina), Davide Lepore (Guardia Subconscio Frank), Achille D'Aniello (Guardia Subconscio Dave), Diego Suarez (Pilota)
Sceneggiatura: Michael Arndt
Data uscita: 16/09/2015
Durata: 102
Distribuzione: The Walt Disney
Sito Ufficiale:

Trama:

Il Centro di Controllo della mente di Riley, una ragazzina di 11 anni, è localizzato nel Quartier Generale, dove cinque Emozioni sono al lavoro, guidate dalla simpatica e ottimista Gioia, la cui missione è garantire la felicità di Riley. Paura garantisce alla ragazza la sicurezza necessaria, Rabbia assicura il senso di equità e giustizia e Disgusto impedisce a Riley di avvelenarsi sia fisicamente che socialmente. Tristezza non sa bene quale sia il suo ruolo, ma del resto non è chiaro neanche agli altri.
Quando Riley si trasferisce con la sua famiglia in una nuova città, le Emozioni dentro di lei si mettono subito al lavoro, desiderose di guidarla attraverso la difficile transizione. Tuttavia, quando Gioia e Tristezza finiscono inavvertitamente in un angolo remoto della sua mente, portando con sé alcuni dei suoi ricordi più intensi, Paura, Rabbia e Disgusto si trovano a dover prendere il controllo.
Gioia e Tristezza si avventurano in luoghi sconosciuti come la Memoria a Lungo Termine, Immagilandia, il Pensiero Astratto e la Cineproduzione, nel disperato tentativo di tornare al Quartier Generale e da Riley. Lungo la strada incontrano vari personaggi, dagli Smemoratori, che sono i Lavoratori della Mente responsabili di selezionare i ricordi di Riley, a Bing Bong, il suo amico immaginario che non vede l’ora che Riley si accorga nuovamente di lui.

Alex, 7 anni, Giorgio, 5 anni

Inside Out, libero sfogo alle emozioni!

di

Karin Ebnet

La Pixar, e più nello specifico Pete Docter, ci ha da tempo abituato a credere all’inverosimile, ad affezionarci a personaggi particolarmente “strambi” e ad emozionarci a livelli che non avremmo mai creduto di raggiungere. Ci è riuscita con Monsters …

Continua
Video20 filmati
Foto126 immagini
Poster33 locandine
Home Video
http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2015/12/Inside-out-blu-ray-3d-steelbook.jpg
http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2015/12/Inside-Out-Blu-ray-3D.jpg
http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2015/12/Inside-out-Blu-ray.jpg
http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2015/12/Inside-out-dvd.jpg
Per saperne di più leggi tutte le news
This entry was posted in Senza categoria on .
  1. antonello

    Diverse persone che conosco, con figli, lo hanno visto e ne hanno dato un giudizio entusiasmante. Unico dubbio, che ho: come mai la redazione lo consiglia da 3+ anni? A detta di tutti è meglio per bambini da almeno (almeno) 7 anni. Due coppie di amici lo hanno visto con figli in seconda media! Capire i due livelli rappresentati – la vita della protagonista e i personaggi che incarnano le emozioni – non è per niente facile per bambini trppo piccoli, che amano storie più semplici e lineari…

    1. Karin Ebnet

      Gentile Antonello, grazie per averci sottoposto questa domanda. Il film, per quanto abbia tematiche importanti come la crescita, la pubertà e l’accettazione di sé, è perfettamente fruibile a tutte le età. Come tutti i film Pixar, Wall•E e Up più di tutti, ha diversi livelli di lettura. Un bambino piccolo non comprenderà tutto della trama ma si potrà divertire un mondo con i personaggi colorati e divertenti, con l’amico immaginario che piange caramelle e con le pallline dei ricordi. I bambini più grandi comprenderanno meglio i messaggi contenuti nel film ma l’unico in grado di leggere il film al 100% è l’adulto che non solo rivede se stesso nel film ma si ritrova anche come genitore. Nella recensione potrai trovare le impressioni al film vissute da Giorgio (4 anni) e da Alex (7 anni), che hanno visto il film e compreso appunto la storia in modo diverso. Tieni presente comunque che ad oggi Inside Out è il film che il piccolo Giorgio ha amato di più e che vorrebbe continuamente rivedere ;) Come tutti i film e le serie tv, va però sempre tenuto conto della sensibilità di ciascun bambino, che solo il genitore conosce davvero. Per tranquillizzarti posso inoltre dirti che finora non ho ricevuto nessun feedback negativo a proposito della visione del film da parte di bambini piccoli, anzi. Facci sapere poi cosa ne pensi del film dopo averlo visto. Siamo curiosissimi :D

      1. antonello

        Gentilissima Karin,
        intanto molti complimenti per il sito, che ho conosciuto solo casualmente da poco.
        Poi: siamo andati a vederlo, anche perché, e qui apro un altro tema, vivendo in un piccolo centro, non c’è molta possibilità di avere proposte diversificate. Quindi “ci siamo fatti coraggio” e siamo andati (alle 20,15 però…). Com’è andata? Per Tommaso (4 anni a gennaio prossimo) era la prima volta al grande schermo…e tutto sommato è andata bene. Intanto ha retto seduto tutto il tempo (inclusi 20 minuti di pubblicità e corto Lava) che è già una conquista per lui così irrequieto e vivace. Il grande schermo lo ha affascinato molto secondo noi; per quanto riguarda il film, probabilmente nella lunga parte in cui Gioia e Tristezza cercano la strada per il quartier generale un po’ si è annoiato e perso. Però da poco stiamo leggendo un libricino sulla rabbia (sempre caratterizzata dal colore rosso…) e quindi le immagini e le nostre spiegazioni lo hanno un po’ intrigato e aiutato. E da un po’ parliamo anche di emozioni a casa. Quindi meglio di quanto mi aspettassi, devo essere sincero. Il film è molto bello, comunque.

        1. Karin Ebnet

          Il primo film del proprio figlio non si scorda mai ;)
          Sono molto contenta di sentire che sia andato tutto bene. Le emozioni di Inside Out sono state semplificate appositamente per poter raggiungere anche i più piccoli
          Anche a casa nostra abbiamo letto un libro sulla rabbia ed effettivamente le due cose congiunte possono essere molto più efficaci :D

Inserisci un Commento

Inside Out

3+

O

2

O

O

4